Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate.
Il (mancato) rientro di Tiger
News Golf

Il (mancato) rientro di Tiger

Abbiamo… scherzato: niente Safeway di questa settimana e niente Turkish Airlines Open a novembre. Se ne riparla (forse) a inizio dicembre. “I will continue to work hard, and plan to play at my foundation’s event, the Hero World Challenge, in Albany. (“Continuerò a lavorare sodo e conto di giocare nel torneo della mia fondazione, l’Hero World Challenge, ad Albany, N.Y.”)”. Questo è quanto dichiara Woods sul suo sito. Staremo a vedere…

Questa la dichiarazione integrale e la sua traduzione:

After a lot of soul searching and honest reflection, I know that I am not yet ready to play on the PGA TOUR or compete in Turkey. My health is good, and I feel strong, but my game is vulnerable and not where it needs to be.

When I announced last week I was going to Safeway, I had every intention of playing, or I wouldn’t have committed. I spent a week with the U.S. Ryder Cup Team, an honor and experience that inspired me even more to play. I practiced the last several days in California, but after a lot of hours, I knew I wasn’t ready to compete against the best golfers in the world. I will continue to work hard, and plan to play at my foundation’s event, the Hero World Challenge, in Albany.

I would like to apologize and send my regrets to Safeway, the Turkish Airlines Open, the fans in California and Turkey and those that had hoped to watch me compete on TV. This isn’t what I wanted to happen, but I will continue to strive to be able to play tournament golf. I’m close, and I won’t stop until I get there.

Dopo avere riflettuto a lungo e dopo un’onesta riflessione, so di non essere ancora pronto per giocare sul PGA Tour o in Turchia. La salute è buona, mi sento in forma, ma il livello del mio gioco è vulnerabile e non al livello giusto.

Quando avevo annunciato il mio rientro al Safeway, volevo davvero di giocare, altrimenti non mi sarei impegnato. Sono stato una settimana con il Team Usa alla Ryder Cup, onore ed esperienza che mi ha fatto crescere ancor di più la voglia di giocare. Mi sono allenato gli ultimi scorsi giorni in California, ma dopo molte ore di lavoro ho capito di non essere pronto come vorrei per affrontare i migliori golfisti del mondo. Continuerò a lavorare sodo e conto di giocare nel torneo della mia fondazione, l’Hero World Challenge, ad Albany, N.Y.

Vorrei chiedere scusa a Safeway e Turkish Airlines Open, ai miei tifosi in California e Turchia e a quelli che hanno sperato di vedermi in tv. Questo non è quel che avrei voluto accadesse, ma continuerò a faticare per tornare a competere coi migliori del mondo. Manca poco e non mi fermerò finché non sarò pronto”.

Ecco quanto avevamo scritto lo scorso 7 settembre:

Tiger Woods ha annunciato sul suo sito che ha in programma di partecipare a tre eventi entro la fine dell’anno. Il primo sarebbe il Safeway Open (13-16 ottobre, al Silverado Resort and Spa di Napa, California), seguito dal Turkish Airlines Open (3-6 novembre, Antalya, Turchia) e dal Tiger Woods Foundation-run Hero World Challenge (1-4 dicembre, Albany, Bahamas). Prevista anche una partecipazione al Tiger Woods Invitational presented by USLI (10-11 ottobre, Monterey Peninsula, California).

“La mia riabilitazione è arrivata al punto che ora mi sento di poter pianificare impegni in campo, anche se ho ancora lavoro da fare – ha dichiarato -. Se potrò giocare dipende dai miei continui progressi e miglioramenti. La speranza è che il mio gioco sia pronto per ripartire.”

L’ultimo torneo a cui aveva partecipato è stato il Wyndham Championship, nell’agosto del 2015, in cui terminò decimo. In settembre, per la seconda volta nell’anno, Tiger ha poi subito un’operazione alla schiena, con un successivo intervento a fine ottobre. È stato così il primo anno, dal 1994, che Woods ha perso tutti i major in calendario.

“È stata una scelta difficile rinunciare a tutti quei tornei che sono così importanti per me – ha detto ancora -. Ma stavolta ho molta fiducia in un pieno recupero e non volevo affrettare le cose.”

Sul fronte sentimentale, la sua ultima ex-fidanzata ufficiale, la campionessa olimpica di sci alpino Lindsey Vonn, ha di recente dichiarato di amare ancora Tiger, anche se la loro convivenza non era stata facile a causa dei numerosissimi impegni di entrambi.

 

Altri articoli