-->

WGC: vince ancora Dustin Johnson

Di Andrea Ronchi

In texas il numero uno al mondo
vince il secondo WGC della stagione
superando Jon Rahm in finale

EPILOGO: Dustin Johnson ha battuto in finale per 1 up lo spagnolo Jon Rahm e ha vinto il WGC Dell Technologies Match Play, secondo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championships disputato all’Austin CC di Austin in Texas. Nella finale per il terzo posto Bill Haas ha superato il giapponese Hideto Tanihara (2/1). In semifinale Johnson aveva eliminato Tanihara (1 up) e Rahm aveva avuto ragione di Haas (3/2).

Johnson ha ottenuto il 15° titolo nel circuito, terzo stagionale consecutivo, e il quinto nel WGC completando lo slam, essendosi imposto in tutte e quattro le attuali gare. Prima di lui c’era riuscito Tiger Woods (18 successi WGC) quando per un breve periodo il quarto torneo, al posto dell’HSBC Champions, era la World Cup.

Sembrava una finale a senso unico con Johnson in vantaggio di 5 up dopo otto buche, ma Rahm, che in questo evento ha espresso tutte le sue grandi qualità, ha reagito e vincendone cinque delle successive otto, contro una dell’avversario, ha rimesso in piedi il match (1 down). Lo statunitense, tuttavia, è riuscito sugli ultimi due green a mantenere l’esile vantaggio, non senza affanni. Nella corsa al terzo posto Tanihara è stato impeccabile per metà percorso, prendendo un margine di 2 up grazie anche a una “hole in one” alla buca 7 (par 3, yards 201) dove è andato a segno direttamente da tee utilizzando un ferro 8. Poi la veemente reazione di Haas, che ha operato recupero e sorpasso a iniziare dalla 13ª.

Nel World ranking Dustin Johnson (p.12,80) ha allungato ancora su Rory McIlroy (9,01), mettendosi al sicuro da sorpassi a breve termine. Ha ricevuto un assegno di 1.660.000 dollari su un montepremi di 9.750.000 dollari e ha superato in vetta alla money list ($ 5.346.600) il giapponese Hideki Matsuyama ($ 4.529.757), che ha rilevato anche al vertice della graduatoria FedEx Cup.

OTTAVI DI FINALE: Il WGC Dell Technologies Match Play, secondo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championships, iI minitour mondiale, entra nel vivo con gli ottavi di finale ai quali sono stato ammessi i 16 vincitori dei gironi eliminatori. Sul percorso dell’Austin CC di Austin in Texas. questi i match in programma: Kevin Na-Bill Haas, Marc Leishman-Phil Mickelson, Jon Rahm-Charles Howell III, Soren Kjeldsen-William McGirt, Hideto Tanihara-Paul Casey, Ross Fisher-Bubba Watson, Alex Noren-Brooks Koepka, Dustin Johnson-Zach Johnson.

Sono usciti di scena Rory McIlroy, numero due mondiale, Jordan Spieth, Patrick Reed, Hideki Matsuyama, Martin Kaymer, Justin Thomas, Danny Willett e Sergio Garcia, travolto dal giovane connazionale Jon Rahm con un pesante 6/4 nell’incontro decisivo. Nel primo giro ha abbandonato Jason Day per assistere la madre malata e nel secondo Gary Woodland e Francesco Molinari, penalizzato da un infortunio al polso destro. Decisamente sotto tono McIlroy, che ha perso un match con Kjeldsen, ha pareggiato con Emiliano Grillo e l’unico successo lo ha ottenuto a tavolino contro Woodland per ritiro.

Ora il favorito è Dustin Johnson, leader del world ranking e vincitore dei primi tre incontri senza problemi, ma hanno fatto punteggio pieno anche Phil Mickelson, il citato Jon Rahm, Brooks Koepka, William McGirt. Paul Casey, Soren Kjeldsen e Alex Noren, a segno nel gruppo di Molinari e che ha trovato il terzo punto senza giocare per il forfait dell’azzurro. Nella quarta giornata si disputeranno ottavi e quarti, nell’ultima semifinali e finali per il terzo e per il primo posto.

Il torneo su Sky – Il WGC Dell Technologies Match Play va in onda in diretta, in esclusiva e in alta definizione su Sky con collegamenti ai seguenti orari: sabato 25 marzo, dalle ore 15 alle ore 23 (Sky Sport 3 HD); domenica 26, dalle ore 16 alle ore 1 (Sky Sport 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni, Massimo Scarpa, Roberto Zappa e di Donato Di Ponziano

I RISULTATI

LA SECONDA GIORNATA

Francesco Molinari si è infortunato al polso destro nel corso del secondo incontro contro Thongchai Jaidee, perso per 5/3, e si è dovuto ritirare nel WGC Dell Technologies Match Play, secondo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championships, il minitour mondiale, che si sta disputando all’Austin CC di Austin in Texas.

L’azzurro ha comunicato la sua decisione con un messaggio su Twitter e Instagram: “Purtroppo – ha scritto – sono stato costretto a ritirarmi dal torneo dopo essermi oggi infortunato al polso destro alla buca 6. Spero che non sia nulla di grave, mi scuso con gli altri giocatori del mio gruppo e con tutti gli spettatori, ma ho dovuto prendere la decisione più saggia”.

La sua defezione ha favorito nel girone 8 Alex Noren che avrà vittoria a tavolino contro l’azzurro e accesso agli ottavi essendo primo a punteggio pieno nel gruppo dopo aver superato Jaidee (3/2) e Bernd Wiesberger (3/2). Sono campo 64 concorrenti (i primi del world ranking scalando gli assenti) divisi in 16 gruppi di quattro, che si affrontano in un girone all’italiana, ossia ognuno incontra gli altri tre. Al termine i vincitori di ciascun raggruppamento saranno ammessi agli ottavi.

Tra i verdetti della giornata l’eliminazione di Rory McIlroy, che ha avuto il punto per il forfait Gary Woodland, anch’egli ritiratosi, ma potrà usufruire dello stesso vantaggio Soren Kjeldsen (4/3 su Emiliano Grillo) che chiuderà con tre successi. Fuori anche Patrick Reed (1 up da Kevin Kisner) e Hideki Matsuyama (2/1 da Ross Fisher), mentre è proseguita la marcia del numero 1 mondiale Dustin Johnson (3/2 su Martin Kaymer) al quale basterà ora pareggiare con Jimmy Walker per superare il turno. In bilico Jordan Spieth (4/2 su Yuta Ikeda) che deve battere Ryan Moore e sperare che il leader del gruppo Hideto Tanihara (pari con Ryan Moore) pareggi o perda l’ultimo match con Ikeda. Un pari nel terzo incontro sarà sufficiente sia a Bubba Watson (4/3 su Scott Piercy) che a Phil Mickelson (5/4 su Daniel Berger) per approdare agli ottavi. Infine generazioni spagnole a confronto nel gruppo 7 dove si giocheranno il passaggio del turno nello scontro diretto l’emergente Jon Rahm (2/1 su Shane Lowry), che può contare anche sul pareggio, e Sergio Garcia (4/3 su Kevin Chappell). Oltre a Molinari e a Woodland si è ritirato anche Jason Day, dopo sei buche del primo giro, per assistere la madre malata.

Il montepremi è di 9.750.000 dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 25 marzo 2017
Tags
Ultimi articoli