-->

PGA Tour: DJ vince e torna numero uno

Di Fulvio Golob

A Memphis, Johnson domina il FedEx
St. Jude Classic ed è primo nel World Ranking.
Secondo a sei lunghezze Andrew Putnam

Per la classifica in tempo reale, clicca qui

Finale – Dustin Johnson chiude in trionfo FedEx St. Jude Classic, torneo che si sta svolgendo a Memphis in Tennessee (montepremi 6.600.000 dollari). DJ (-19, 67 63 65 66) finisce in bellezza con un eagle 2 al par 4 della 18 e s’impone lasciando a ben sei colpi il secondo classificato, Andrew Putnam, 29enne di Tacoma (Washington), che ieri divideva con lui la testa della classifica. Per Putnam (-13) un giro due sopra par, contro i quattro sotto di Johnson. Con questo risultato, Johnson scavalca Justin Thomas e riprende il primo posto nel World Ranking, che era già stato suo per 65 settimane. Insieme a JT giocherà i primi due giri nello U.S. Open che inizia giovedì. Il flight a tre sarà completato da Tiger Woods.

Bel recupero di J.B. Holmes, che scala sette posizioni e si issa in terza posizione (-9), però a 10 colpi dal vincitore. Seguono Cink e Werenski a -8 e sei giocatori in sesta posizione, a -7. Fra questi da segnalare Retief Goosen e Brandt Snedeker. Per un solo colpo non si è aggiunto a questo gruppetto Phil Mickelson, che con il miglior score di giornata (65) recupera 37 posizioni, da 49° a 12°. Henrik Stenson finisce 26° e Brooks Koepka 30°.

54 buche – Sempre al comando Dustin Johnson nel FedEx St. Jude Classic, torneo che si sta svolgendo a Memphis in Tennessee (montepremi 6.600.000 dollari). DJ (-15, 67 63 65), che potrebbe tonare numero uno del mondo con la vittoria nel torneo, è però stato raggiunto al comando da Andrew Putnam, 29enne di Tacoma (Washington). Attuale 273 nel World Ranking, pro dal 2011, senza successi sul PGA Tour di cui ha disputato in sette stagioni solo 43 tornei, Putnam ha finora svolto la sua attività soprattutto sul Web.com Tour, il secondo circuito americano, in cui vanta una vittoria nel 2017.

I due hanno fatto il vuoto alle loro spalle, lasciando il terzo in classifica Stewart Cink (vincitore dell’Open Championship nel 2009) a cinque colpi. Quarti pari merito (-9) Richy Werenski e Wesley Brian. Gara con un field non eccezionale, anche dovuto allo U.S. Open che inizia giovedì, il FedEx St. Jude propone fra i nomi più conosciuti in gara quelli di Snedeker (7°, -7), J.B. Holmes, Koepka e Stricker (10.i, -6), pari merito con il primo europeo, l’irlandese Seamus Power. Henrik Stenson è invece 19°, a -5 e Phil Mickelson 26°, a -4.

36 buche – Dustin Jonson è in testa al FedEx St. Jude Classic, torneo che si sta svolgendo a Memphis in Tennessee (montepremi 6.600.000 dollari). Il numero due del mondo (-10, 67 63) a metà gara ha un colpo di vantaggio sulla coppia formata da Ryan Blaum e Andrew Putnam. Quarti Wesley Brian e il taiwanese C. T. Pan (-8), che a loro volta precedono di una lunghezza Brandt Snedeker, autore del miglior secondo giro con 62 colpi.

Fra gli altri nomi di rilievo, da segnalare il nono posto di Brooks Koepka (-5), il 14° di Phil Mickelson (-4) e il 20° di Henrik Stenson (-3). Dustin Johnson al momento ha solo tre decimi di punto di ritardo da Justin Thomas (non presente a Memphis) nella classifica del World Ranking e un eventuale successo dovrebbe consentirgli di superare il giovane connazionale, tornando al vertice della classifica mondiale proprio prima dello U.S. Open, che inizierà giovedì a Shinnecock Hills (Long Island, New York). Comunque vada, DJ prenderà il via nel secondo major insieme a JT e il terzetto verrà completato da Tiger Woods, che proprio dieci anni fa vinse il suo ultimo torneo dello Slam, lo U.S. Open disputato in California, a Torrey Pines.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 09 giugno 2018
Tags
Ultimi articoli