-->

PGA Tour: Spieth vince al playoff, con una magia

Di Fulvio Golob

Il fuoriclasse texano sfodera il colpo del torneo
alla prima buca di spareggio nel Travelers Championship,
superando un attonito ma bravissimo Daniel Berger

Per la classifica in tempo reale, clicca qui

QUARTO GIRO – Con un’uscita dal bunker che resterà negli annali, Jordan Spieth brucia le speranze di Daniel Berger alla prima buca di spareggio e vince il Travelers Championship. Sul par 70 del TPC River Highlands (a Cromwell, nel Connecticut), il 23enne texano (-12, 63 69 66 70) era arrivato con il fiato un po’ corto al termine della 18, con par conquistati a fatica, mentre Berger (-12, 68 67 66 67) era in grande spolvero e aveva concluso determinatissimo, con un bel 3 sotto par. Spieth alla 18 si era anche dovuto salvare da un approccio corto che era finito nel primo bunker sotto il green, con sponda alta e bandiera corta. Grande uscita e palla data per il par e conseguente spareggio.

Il playoff andava in scena proprio sulla 18 (par 4) e mentre Berger arrivava con il secondo colpo in green, ma distante dalla bandiera, Spieth fotocopiava la buca di chiusura e finiva corto in bunker. Solo che stavolta, dopo aver preso evidentemente le misure pochi minuti prima, l’uscita era perfetta e la palla si infilava in centro buca, per un birdie spettacolare. Danza di gioia e della vittoria fra Jordan e il suo caddie Michael Greller, mentre a un attonito Daniel Berger non restava che tentare un quasi impossibile putt, che infatti non andava a buon fine. Grande sportività comunque e segni di evidente cameratismo fra i protagonisti, i due quasi coetanei americani (Berger infatti ha 24 anni), che sono fra le più belle realtà del giovane golf professionistico a stelle e strisce.

Al terzo posto (-10) Charley Hoffmann e il neozelandese Danny Lee, quinti Patrick Reed, Boo Weehkley e Paul Casey a -9. Il montepremi era di 6.800.000 dollari, di cui 1.224.000 sono andati a Jordan Spieth, salito dal sesto al quarto posto nella classifica FedEx Cup e dal sesto al terzo in quella del World Ranking, alle spalle di Jordan Spieth e Hideki Matsuyama.

TERZO GIRO – Anche dopo 54 buche, continua a restare al comando Jordan Spieth (-12, 63 69 66), che ha però un solo colpo di vantaggio su Boo Weekley (-11). Sul par 70 del TPC River Highlands (a Cromwell, nel Connecticut), il 23enne texano comanda la graduatoria del Travelers Championship, gara di ottimo livello, che vede al terzo posto Daniel Berger (-9) e al quarto un terzetto internazionale a -8, composto dal taiwanese Pan, dallo svedese Lingmerth e dall’inglese Casey.

Nonostante il buon risultato di quattro sotto par sulle terze 18 buche, Spieth ha rischiato di andare un po’ in crisi dopo i due bogey consecutivi alla 13 e alla 14. A quel punto però ha reagito da vero campione, infilando tre birdie nelle ultime quattro buche, respingendo così l’assalto di Weekley, autore di un eccellente 65, secondo score di giornata dopo il 64 di C.T. Pan.

Continuano i tagli eccellenti, come al recente U.S. Open: sono usciti di scena a metà gara Bubba Watson, Jason Day, Zach Johnson e Dustin Thomas, mentre ci è andato molto vicino Rory McIlroy, in giornata pessima (+3). Il nordirlandese, che non sta certo passando un grande momento di forma, è solo 69°, a un colpo dall’eliminazione. Il montepremi è di 6.800.000 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 22 giugno 2017
Tags
Ultimi articoli