Siamo a pochi chilometri dalla frenetica Milano, da Rozzano con la nostra nuovissima Mirrorless Nikon Z 7 a bordo di Honda Type R raggiungiamo questo luogo in cui il tempo pare essersi fermato, ad accompagnarci il direttore del Golf Castello Tolcinasco Franco Sfregola.

Grazie a lui, appena varcato l’ingresso, c’immergiamo in un’atmosfera di luci e colori, quasi a volerci lasciare coccolare e dimenticare la frenetica quotidianità che la vita c’impone, questo luogo racconta la vita rurale di c.a. 500 anni fa, immerso in uno spaccato di natura in grado di restituirci una serenità inaspettata.

Siamo al Castello di Tolcinasco realizzato precisamente nel lontano 1592 grazie alla famiglia d’Adda, quasi ignari che nel tempo sarebbe diventato uno dei pochi esemplari di castello agricolo. Nasce come granaio con una struttura portante ad arco per accogliere i carri necessari al carico del grano proveniente dal piano superiore volutamente in pendenza per agevolare e velocizzare la discesa dei chicchi. Ai quattro angoli del Castello le torri che dominano la struttura, intorno la corte agricola e il cascinale il tutto armonizzato in un unico elemento.

Per 5 secoli, fino agli inizi degli anni 90 i terreni vennero coltivati principalmente come risaie, per poi tutta la proprietà essere venduta ai privati e trasformarsi nel 93 in campo da golf da 36 buche sotto la matita esperta di Arnold Palmer, un luogo in grado di ospitare importanti tornei nazionali ed internazionali, anche gli Open dal 2003 al 2007si sono svolti in questa sede.

Il Golf Club Castello Tolcinasco è anche un’oasi con sede del S.A.N.I. (Sapore, Arte e Natura Italiani) con loro è possibile svolgere precorsi di birdwatching e fotografia.

In un paradiso così cresce il desiderio di cogliere i colori dai forti contrasti, dal brilliant-blue dell’ Honda Type R, al forest-green del campo da golf al dark-orange del Castello, laNostra Nikon Z 7 è perfetta, sensore full frameCMOS 45,7 megapixel, gamma ISO pari a 64–25.600,non perdiamo alcun dettaglio, le immagini sono nitidissime, sulla Z 7 c’è un sistema di stabilizzazione VR su 5 assiche riduce drasticamente i movimenti irregolari. Il monitor touch screen aiuta a scegliere il soggetto da mantenere a fuoco, basta sfiorarlo e la fotocamera lo mantiene nitido anche al variare della distanza. L’obiettivo che monta è il nuovo 24-70/4S appositamente realizzato per la serie Z, in cui l’attacco a baionetta risulta di maggiore diametro per offrire la massima luminosità, tra l’altro non si preclude l’utilizzo delle precedenti ottiche Nikon F. mount, infatti grazie all’anello adattare FTZ si possono utilizzare. L’ergonomia d’impugnatura e la compattezza invoglia davvero ad avere questo strumento sempre con se, gli ingombri ridottila rendono compagna ideale in molti momenti della nostra vita: viaggi, escursioni ed anche sport, grazie ai 9 fotogrammi al secondo, non sfugge nulla, una risposta giusta per tutti gli amatori e professionisti.

Ora non rimane che gustare le prelibatezze del ristorante nella club house del circolo, appagandoci la vista sulla grande vetrata che fa perdere lo sguardo in un parco infinito che non vorremmo mai lasciare.

Fabrizio Gillone

INFO Circolo Golf Castello Tocinasco: www.golftolcinasco.it
Nikon Store: www.nikonstore.it