-->

EuTour: successo per il belga Pieters

Di Fulvio Golob

Nel KLM Open, seconda vittoria per il 23enne
di Anversa dopo quella nel Czech Open.
Secondi De La Riva e Slattery, 47° Andrea Pavan

Per il tabellone finale, clicca qui

Secondo successo sull’European Tour nell’arco di due settimane per il belga Thomas Pieters, che ha fatto suo con 261 colpi (68 66 62 65, -19) il KLM Open, svoltosi sul percorso del Kennemer G&CC (par 70), a Zandvoort in Olanda, e che ha anticipato il 72° Open d’Italia presented by Damiani (17-20 settembre) al Golf Club Milano. Media graduatoria per Andrea Pavan, 47° con 273 (67 70 69 67, -7) stesso score del grande campione statunitense Tom Watson, mentre sono usciti al taglio, caduto a 137 (-3), gli altri tre italiani in gara:  Marco Crespi, 83° con 139 (70 69, -1), Renato Paratore, 94° con 140 (69 71, par) e Alessandro Tadini, 143° con 145 (75 70, +5).

Pieters, 23enne di Antwerp, ha regolato lo spagnolo Eduardo De La Riva e l’inglese Lee Slattery, secondi con 262 (-18), il paraguaiano Fabrizio Zanotti, quarto con 263 (-17), l’inglese Eddie Pepperell e il danese Morten Orum Madsen, quinti con 264 (-16). Al settimo posto con 265 (-15) l’iberico Rafael Cabrera Bello, lo svedese Magnus A. Carlsson e il finlandese Mikko Korhonen, al 55° con 274 (-6) l’irlandese Padraig Harrington, al 56° con 275 (-5) il belga Nicolas Colsaerts e al 57° con 276 (-4) il tedesco Martin Kaymer.

Nel corso del torneo sono state realizzate, entrambe nel terzo giro, due “hole in one”, autori lo svedese Magnus A. Carlsson alla buca 8 (par 3, metri 203) e l’australiano Wade Ormsby (10° con 266, -14)  alla 11ª (par 3, metri 144). In tal modo è stato superato il record stagionale di “buche in uno” stabilito con 39 nel 2006. Ora sono 41 e in calendario ci sono ancora parecchi eventi.

Pieters praticamente ha avuto partita vinta con i cinque birdie messi a segno nelle prime dieci buche, poi ha proseguito con un bogey e un birdie per il 65 (-5) vincente. Pavan ha risalito la classifica di nove gradini con quattro birdie e un bogey per il 67 (-3).

A Pieters è andato un assegno di 300.000 euro su un montepremi di 1.800.000 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 13 settembre 2015
Tags
Ultimi articoli