Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate.

30 e Lode

Anno 1989. Il solo scriverlo fa tornare la mente a un tempo che ci appare lontanissimo. Non ci credete? Il mondo ricorda la caduta del muro di Berlino e la protesta in piazza di Tienanmen, eventi politici che hanno cambiato per sempre la storia. Per certi versi lo ha fatto anche la Nintendo lanciando il primo Game Boy mentre in TV esordivano I Simpson e al cinema L’Attimo Fuggente. 

Mercedes-Benz presentò al Salone di Ginevra la nuova SL, auto destinata a scrivere la storia delle roadster per le linee semplici sotto le quali si celava una meccanica sofisticata con ampio uso di elettronica e sistemi di sicurezza all’avanguardia. Nello stesso anno la casa di Stoccarda fece il suo ingresso ufficiale nel golf amatoriale con l’inaugurazione del primo circuito.

La cura dei dettagli a 360 gradi, dalla ricerca all’assemblaggio, è un tratto che da sempre connota qualsiasi attività di Mercedes-Benz. Che si tratti di un’auto da utilizzare quotidianamente o una vettura di Formula Uno l’obiettivo è il medesimo, un’unica parola: eccellenza.

Il MercedesTrophy non fa differenza. E la mancanza di spazio tra le due parole non è un errore. Si scrive attaccato, oramai è un brand e, dopo trent’anni, ha diritto di reclamarne la legittimità. Ma cosa vuol dire prendere parte a una tappa del MercedesTrophy? Toccare con mano l’importanza che rappresenta il cliente, o potenziale tale, per la casa di Stoccarda. Questo si concretizza con infinite attenzioni. Le palline in omaggio sono top di gamma, i guanti inseriti nella welcome bag il meglio esistente sul mercato. Sin dal vostro arrivo vi sentirete come delle Star, perché far parte del mondo Mercedes-Benz significa avere alle spalle un’azienda che si prende cura di voi in tutto.

Le 17 tappe dell’edizione 2019 toccheranno i più prestigiosi circoli italiani. Seppur racchiuso nel medesimo anno solare, i partecipanti al MercedesTrophy delle tappe sino al 23 giugno concorreranno, oltre che per i premi di giornata, alla Finale Nazionale in programma al San Domenico Golf dal 21 al 23 settembre. Quanti giocheranno a partire da luglio saranno in contention per la finale dell’anno successivo. Ma non è tutto. I giocatori in campo sino a fine giugno potranno ambire al premio più desiderato nell’immaginario di qualsiasi golfista: vincere l’Open Championship. E sia chiaro, prendere parte con Mercedes-Benz al major in programma al Royal Portrush, dove Molinari difenderà il titolo, non è come farlo da semplice spettatore. Volo, accoglienza, trasferimenti, hotel e presenza nel circolo irlandese sono in stile Mercedes-Benz. L’opportunità di vittoria sono uguali per tutti. Si tratta infatti di essere i migliori nel “nearest to the line”, ovvero piazzare la propria pallina nel punto più vicino alla linea che dividerà in due parti il fairway (uomini a partire da 135 metri e donne da 90) in una buca scelta dall’organizzazione.

Non resta quindi che guardare il calendario e seguire la Stella. No, non quella Cometa che è già passata, quella di Mercedes-Benz.

Mercedes Trophy News

MercedesTrophy

MercedesTrophy nella riviera romagnola

Tappa di luglio all’Adriatic Golf Club Cervia ormai appuntamento fondamentale del circuito. Solo due giorni dopo la tromba d’aria che ha colpito Milano Marittima il Circolo, appena sfiorato, si è presentato in condizioni perfette. Un plauso al dealer De Stefani che ha presenziato e accolto…

Load more