Separato dall’Europa da solo 14 km dello Stretto di Gibilterra, il Regno del Marocco offre scenari affascinanti che lasciano increduli. Il Paese, ospitale verso tutte le culture differenti, e con un’offerta di alto livello di strutture ricettive, è giocabile tutto l’anno, grazie a temperature che si aggirano sui 25 gradi da novembre a marzo, per poi passare a 35 tra aprile e agosto.  Cinque i campi da golf inclusi nel pacchetto, tra cui il 18 buche di Al Maaden, che resta impresso nella memoria: inaugurato nel 2010, è stato progettato da Kyle Philips, lo stesso del Verdura. Qui l’architetto ha combinato l’amore per la natura con una visione più tecnica. Più adatto a giocatori di buon livello è il golf Amelkis, par 72. Green fee anche per il Samanah, il Palmeraie e il Noria.