Lascia a casa la paura del primo colpo alla buca 1 aiutandoti con alcuni piccoli accorgimenti suggeriti da Ged Walters.

Individua la causa

Molti soffrono la tensione del primo tee shot della buca 1 ed è importante capire come si verifica per poterla controllare meglio.

Succede forse quando ci sono molte persone intorno al tee oppure quando il giro ha una certa importanza, ad esempio in un campionato sociale?

Forse perché è una gara medal e non Stableford e quindi ogni colpo conta?

Ecco che sale l’aspettativa, quella personale e quello che pensate che gli altri si aspettino da te.

Cerca di capire bene qual è il momento in cui la tensione può aumentare, per poterla gestire al meglio e trasformarla in qualcosa di utile anziché di dannoso.

Respira profondamente

Prima cosa, per calmarti, impara a respirare correttamente. Per molti respirare profondamente significa riempire il torace.

Ma un vero e proprio respiro profondo implica l’inalazione totale fino al diaframma, riempendo più lo stomaco che il torace.

Cerca quindi di ampliare lo stomaco inspirando e poi sgonfiarlo espirando.

I vantaggi reali di una corretta respirazione profonda sono il rallentamento del battito cardiaco e il controllo muscolare.

Muoviti con disinvoltura

Anche se non ti senti sicuro è importante che fai lo sforzo di muoverti con disinvoltura; quindi stai dritto anziché ciondolare in modo ansioso e rimuginare su quello che ti aspetta.

Valuta il colpo che dovrai fare e scegli bene il bastone; valuta lunghezza e forma della buca e che tipo di approccio pensi possa darti maggiori possibilità di un buon inizio.

Fidati completamente

L’ultima cosa da fare è affidarsi al colpo al 100% nel momento in cui lo giochi. Se ci sono ostacoli non pensarci, dovi avere una fiducia totale nel colpo.

Cerca un punto preciso nel fairway o all’orizzonte, a seconda del tipo di colpo che scegli di fare o che devi fare, credici e affidati completamente al tuo swing con la convinzione di riuscirci.