The Open: Molinari nella storia

Di Fulvio Golob

Francesco realizza il sogno di tutti i golfisti italiani
e vince la gara più prestigiosa del mondo.
Per lui un weekend perfetto che gli permette
di mettersi alle spalle tutti i fuoriclasse del golf

Per la classifica finale, clicca qui

QUARTA GIORNATA – Chicco vince la 147a edizione della gara più prestigiosa del mondo, primo italiano a riuscire in questa straordinaria impresa. Chiude a -8 un giro perfetto (-2) e lascia a due colpi gli avversari più vicini Rose, McIlroy, Kisner e Schauffele. Sesto Woods, con Pepperell e Chappell. Per lui un weekend indimenticabile, senza un solo bogey. Fantastico, Francesco!

CARNOUSTIE, SCOZIA – Francesco Molinari con la Claret Jug, il trofeo più antico e prestigioso del golf mondiale, dopo aver trionfato nel 147° Open Championship (Foto di Andrew Redington/Getty Images)

Molinari ha vinto con 276 colpi (70 72 65 69, -8). Sul difficile percorso del Carnoustie Golf Links (par 71), in Scozia, con un giro finale perfetto in 69 colpi (-2) ha avuto ragione di campioni quali Justin Rose e Rory McIlroy (278, -6), secondi a due colpi insieme a Kevin Kisner e al giovane Xander Schauffele, ultimo ad arrendersi alla strapotenza dell’azzurro, che nelle 36 buche conclusive ha realizzato otto birdie senza dover subire nessun bogey. Schauffele alla partenza era leader insieme a Kisner e a Jordan Spieth, con tre colpi di vantaggio su Molinari, che li ha annullati già prima di metà tracciato.

L’azzurro ha giocato con Tiger Woods (sesto con 279, -5), apparso all’altezza dei suoi momento migliori, ma anche lui dopo aver esercitato una leggera prevalenza nelle prime buche, in cui è andato al comando da solo, ha poi subìto il gioco perfetto in ogni parte del campo e in particolare sul green dell’azzurro.

È la terza vittoria stagionale di Molinari che si è imposto anche nel BMW PGA Championship (European Tour) e nel Quicken Loans (PGA Tour). Nelle ultime sei gare giocate ha ottenuto tre successi e due secondi posti con un rendimento che nessun altro campione in questo momento può vantare.

TERZA GIORNATA – Francesco Molinari, risalito dal 29° al quinto posto con 207 (70 72 65, -6) colpi, e Tiger Woods, da 29° a settimo con 208 (71 71 66, -5), sono stati tra i protagonisti della terza giornata del 147° Open Championship e saranno in corsa per il titolo nel terzo major stagionale che si conclude sul difficile percorso del Carnoustie Golf Links (par 71), a Carnoustie in Scozia.

In un turno in cui si è visto un gran gioco si è riproposto per il bis il campione uscente Jordan Spieth, volato in vetta alla graduatoria con 204 (72 67 65, -9) dove è affiancato da Xander Schauffele (204 – 71 66 67) e da Kevin Kisner (204 – 66 70 68). Era dal 1928 che tre americani non erano al comando del torneo dopo 54 buche.

Peraltro i giocatori statunitensi stanno dominando. Infatti Kevin Chappell è quarto con 206 (-7) e sono al sesto posto, insieme a Tiger Woods, anche Webb Simpson, Matt Kuchar e Zach Johnson, leader con Kisner dopo due turni e in giornata negativa. Stesso punteggio per Alex Noren, Tommy Fleetwood e Rory Mcllroy, costantemente all’attacco ma poco lucido.

Ha effettuato un gran recupero Justin Rose, da 65° a 13° con 209 (-4) dopo un 64 (-4) miglior score di giornata. Posizioni di classifica deludenti per Phil Mickelson e Rickie Fowler, 36.i con 212 (-1), Patrick Reed, 40° con 213 (par), Jason Day, 51° con 214 (+1), e per Brooks Koepka ed Henrik Stenson, 61.i con 216 (+3).

Jordan Spieth, che era 50° dopo un giro, ha iniziato con un eagle e poi ha proseguito con quattro birdie per il 65 (-6). Anche Kevin Kisner non ha segnato bogey siglando un 68 (-3) con tre birdie, mentre Xander Schauffele ha messo insieme sei birdie e due bogey.

Francesco Molinari ha espresso un ottimo gioco sottolineato da sei birdie senza bogey per il 65 (-6) e da alcuni putt incisivi come quello con cui ha segnato l’ultimo birdie alla buca 16.

Tiger Woods è apparso come nei suoi tempi migliori e ha adottato una tattica a volte prudente, altre aggressiva con un gran senso della strategia. Dopo sei birdie un solo errore alla buca 16, dove dalla stessa posizione di Molinari, non ha calibrato la forza del colpo ed è stato l’unico bogey. Il montepremi è di 10.250.000 dollari (circa 8.769.000 euro)

Il torneo su Sky – Sky teletrasmette in diretta l’Open Championship. Quarta giornata: domenica 22 luglio, dalle ore 10 alle ore 20 (Sky Sport Golf).

 

SECONDA GIORNATA – Francesco Molinari 29° con 142 (70 72, par), ha perso undici posizioni nel 147° Open Championship, terzo major stagionale che si sta svolgendo sul difficile percorso del Carnoustie Golf Links (par 71), a Carnoustie in Scozia, dove Tiger Woods occupa la stessa posizione (142 – 71 71).  In una giornata dalle condizioni meteo difficili e mutevoli Kevin Kisner (136 – 66 70, -6) è stato raggiunto in vetta da Zach Johnson (136 – 69 67). A un colpo Tommy Fleetwood, autore di un 65 (-6) e recordman del campo con un 63, Pat Perez e Xander Schauffele (137, -5) e a due Rory McIlroy, Tony Finau, Erik Van Rooyen, Matt Kuchar e Zander Lombard (138, -4).

Ha rimontato Jordan Spieth, campione in carica, da 50° a 11° con 139 (-3), stesso score anche di Rickie Fowler, e sono al 18° posto con 141 (-1) Brooks Koepka e Adam Scott, Con il punteggio di Molinari pure Jason Day e Phil Mickelson e sulla 66ª piazza con 145 (+3), ultimo punteggio utile per rimanere in gara, Patrick Reed e Justin Rose, salvato da un birdie sull’ultima buca. Sono rimasti fuori Justin Thomas, Sergio Garcia, Russell Knox, Hideki Matsuyama e Martin Kaymer, 80.i con 146 (+4), Matthew Fitzpatrick e Jon Rahm, 93.i con 147 (+5), e Dustin Johnson, numero uno mondiale, 104° con 148 (+6).

Zach Johnson ha concluso in 67 (-4) colpi con cinque birdie e un bogey e Kevin Kisner ha favorito l’aggancio con un doppio bogey sulla buca 18 dopo cinque birdie e due bogey (70, -1).

Francesco Molinari, che come Woods ha giocato con le condizioni meteo più difficili, ha segnato due birdie in uscita, poi nel rientro il cammino si è complicato e ha messo insieme due birdie, tre bogey e un doppio bogey alla buca 17. E’ andato in altalena Tiger Woods, che ha realizzato il secondo 71 (par) consecutivo con quattro birdie e altrettanti bogey. Il montepremi è di 10.250.000 dollari (circa 8.769.000 euro)

Diretta su Sky – L’Open Championship viene teletrasmesso in diretta da Sky. Terza giornata: sabato 21 luglio dalle ore 11 alle ore 21 (Sky Sport Golf).

PRIMA GIORNATA – Francesco Molinari ha tenuto bene sul difficile percorso del Carnoustie Golf Links (par 71), a Carnoustie in Scozia, e ha concluso al 18° posto con 70 (-1) colpi il giro iniziale del 147° Open Championship, terzo major stagionale. È al comando con 66 (-5) lo statunitense Kevin Kisner che precede di un colpo il connazionale Tony Finau e i sudafricani Erik Van Rooyen e Zander Lombard. Altri due americani in quinta posizione con 68 (-3), Ryan Moore e Brendan Steele, insieme al sudafricano Brandon Stone, vincitore domenica scorsa dello Scottish Open. Tra i giocatori più attesi sono in alta classifica il nordirlandese Rory McIlroy, lo spagnolo Jon Rahm, l’inglese Danny Willett e l’americano Justin Thomas, ottavi con 69 (-2), mentre il suo connazionale Rickie Fowler affianca Molinari.

Dopo un buon inizio ha leggermente ceduto Tiger Woods. 32° con 71 (par), la cui prova è comunque da ritenersi positiva. E’ alla pari con gli australiani Jason Day e Adam Scott. Hanno chiuso con un colpo sopra par, 50.i con 72, gli inglesi Tommy Fleetwood, che detiene il record del campo con 63, Matthew Fitzpatrick, Justin Rose e lo statunitense Jordan Spieth campione in carica (quattro colpi perduti nelle ultime quattro buche). Non hanno risposto alle attese Phil Mickelson, 74° con 73 (+2), Patrick Reed, il giapponese Hideki Matsuyama e lo spagnolo Sergio Garcia, 112.i con 75 (+4), e Dustin Johnson, leader mondiale, 129° con 76 (+5).

Kevin Kisner, 34enne di Aiken (South Carolina), due titoli nel PGA Tour, ha realizzato un eagle, quattro birdie e un bogey ed è rimasto al vertice per quasi tutta la giornata.

Francesco Molinari, partito molto deciso, è passato al giro di boa con un “meno 2” (tre birdie e un bogey) divenuto “meno 3” alla buca 15, dopo aver aggiunto allo score due birdie e un altro bogey. Il finale, però, è stato amaro e due bogey lo hanno portato fuori dai top ten.

Partecipano al torneo 156 atleti in rappresentanza di 28 nazioni. Il montepremi è di 10.250.000 dollari (circa 8.769.000 euro)

Diretta su Sky – L’Open Championship viene teletrasmesso in diretta da Sky. Seconda giornata: venerdì 20 luglio dalle ore 7.30 alle ore 21.30 (Sky Sport Golf).

MOLINARI ENTRA TRA I TOP TEN NEL WORLD RANKING

© RIPRODUZIONE RISERVATA 22 luglio 2018
Tags
Ultimi articoli