PING lancia il driver G410

Di Andrea Vercelli

Nuovo sistema di pesi settabili, il più alto momento d’inerzia mai ottenuto e un’eccezionale velocità di rilascio le sue caratteristiche principali

Reduce dall’enorme successo della serie G400, PING ha lanciato nel corso del PGA Show 2019 ad Orlando la sua ultima creazione, la nuova famiglia G410. Sulla carta sembrava difficile poter fare meglio di una serie che ha ottenuto numerossissimi consensi in ogni angolo del mondo, e invece i nuovi G410 hanno colpito tutti fin dai primi giorni per le loro prestazioni e per la qualità delle soluzioni adottate, in grado di migliorare le performance mantenendo un’eccezionale facilità e controllo dei colpi, vero marchio di fabbrica PING.
Partiamo dal driver, proposto nelle versioni Plus e SFT. Il G410 Plus presenta una nuova tecnologia di settaggio dei pesi al tungsteno con tre distinte posizioni: Draw, Neutral e Fade. Tale sistema consente di settare il centro di gravità in modo da generare colpi con traiettorie verso destra o sinistra di un raggio di 10 yard (20 tra Draw e Fade). Posizionando il peso nel punto più lontano della testa il momento d’inerzia aumenta notevolmente rispetto alla versione G400, consentendo la massima tolleranza e distanza con un controllo assoluto.
Il driver G410 SFT (Straight Flight Technology) ha invece un peso fisso in tungsteno ad alta densità posizionato nel perimetro esterno e un centro di gravità il 50% più vicino al tacco che fornisce una traiettoria di volo più dritta. Uno swingweight più leggero (D1) influenza la direzione e consente di arrivare all’impatto con la faccia square con maggiore facilità.
Un nuovo design a “corona increspata” fornisce maggiore rigidità e si combina con la tecnologia brevettata Dragonfly per creare una struttura ultrasottile,che consente di risparmiare peso per ottimizzare la posizione del centro di gravità e aumentare il livello di tolleranza ai colpi imperfetti. Insieme a una più aggressiva ed efficiente tecnologia Turbolator, il design della testa di 455 cc offre un aspetto pulito, potente e più veloce, rendendo l’allineamento più semplice. L’esclusiva forgiatura e il processo di trattamento termico brevettato della faccia T9S + alimentano un’area d’impatto più sottile e potente, lavorata con precisione per elevare la velocità della palla su tutta la superficie d’impatto per ottenere una maggiore flessibilità e velocità. La faccia forgiata e la geometria interna della testa sono strumentali nel produrre una sensazione e un suono potente all’impatto.
Il nuovo sistema di settaggio della traiettoria grazie a una pipatta leggera e aerodinamica consente di passare da 5 a 8 posizioni, offrendo personalizzazioni di loft e lie (sino a 3° più flat dello standard) per ottimizzare il volo di palla in base alle proprie caratteristiche tecniche ed esigenze.
Gli ingenieri Ping hanno inoltre creato un nuovo shaft Alta CB counter balanced capace di esaltare le caratteristiche di questo driver; l’Alta CB Red 55 genera un volo più alto ed è stato progettato con un contrappeso da 8 grammi nell’estremità dell’impugnatura che ha permesso di spostare il CG più in alto consentendo un maggiore peso della testa per aumentare il trasferimento di energia all’impatto, con conseguente maggiore velocità della palla e maggiore perdono. Il PING Tour 65 & 75 ad alte prestazioni (traiettoria intermedia, minore spin), il Project X EvenFlow Black 75 (traiettoria bassa, spin minimo) e il Mitsubishi Tensei CK Orange 60 (angolo di lancio medio, spin basso) sono disponibili senza alcun costo aggiuntivo per garantire la corretta soluzione a ogni golfista.
Il modello G410 Plus è disponibile nei loft 9°, 10.5° e 12°; il G410 SFT nella versione 10.5°. Il prezzo al pubblico è di 499 euro.

Per maggiori informazioni: www.ping.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA 30 gennaio 2019
Tags
Ultimi articoli