PGA: Genesis Open DJ nuovo numero 1

Di Fulvio Golob

Sul percorso del Riviera, in California, Dustin Johnson
vince il torneo e diventa il nuovo leader
del ranking mondiale davanti a Jason Day

Per la classifica in tempo reale, clicca qui

EPILOGO – Dustin Johnson ha vinto con 267 colpi (66 66 64 71, -17) il Genesis Open (PGA Tour), sul percorso del Riviera CC (par 71), a Pacific Palisades in California, ed è divenuto il nuovo numero uno mondiale, detronizzando l’australiano Jason Day, deludente nell’occasione (64° con 286, +2). Dopo i ritardi per maltempo dei giri precedenti, Johnson da disputato 36 buche nell’ultima giornata mettendo un punto fermo sul successo con un 64 (-7) nel terzo turno e poi controllando agevolmente la situazione nel quarto (71, par). Ottima prestazione del belga Thomas Pieters, quarto alle Olimpiadi, secondo con 272 (-12) insieme a Scott Brown, e quarti con 273 (-11) l’inglese Justin Rose, oro olimpico, Wesley Bryan, Kevin Na e Charley Hoffmann.

All’11° posto con 275 (-9) l’australiano Adam Scott, al 22° con 278 (-6) Jordan Spieth, che ha ceduto nel finale e responsi poco lusinghieri per Phil Mickelson, 34° con 280 (-4), e per  lo spagnolo Sergio Garcia, 49° con 282 (-2). E’ uscito al taglio Francesco Molinari, 110° con 147 (72 75, +5), che si è fermato per la prima volta dopo 36 buche dall’inizio del tour a ottobre

Dustin Johnson, 33enne di Columbus (South Carolina), ha portato a 13 i titoli sul circuito, comprensivi di un major e di tre WGC. Ha preso il largo con sette birdie, senza bogey, con il 64 poi ha allungato ancora con tre birdie in sei buche nella quarta frazione e quindi ha tirato i remi barca concedendosi il lusso di tre bogey prima del trionfo. Ha ricevuto un premio di 1.260.000 dollari su sette milioni di dollari in palio. Nei primi dieci anni di tour ha sempre conquistato almeno un successo l’anno eguagliando Arnord Palmer, Jack Nicklaus e Tiger Woods i soli altri tre capaci dell’impresa.

SECONDO GIRO (sabato) – Continua con difficoltà per il maltempo il Genesis Open (PGA Tour), sul percorso del Riviera CC (par 71), a Pacific Palisades in California, dove in tre giorni sono stati completati due giri. È al vertice con 132 (66 66, -10) Dustin Johnson che, in caso di successo, diverrebbe numero uno mondiale qualora l’australiano Jason Day, attuale leader, 40° con 140 (-2), non si classificasse tra i primi tre. E’ uscito al taglio Francesco Molinari, 110° con 147 (72 75, +5).

Johnson è seguito con 133 (-9) da Pat Perez e dal Cameron Tringale e con 135 (-7) da Patrick Rodgers, J.T. Poston e dal venezuelano Jhonattan Vegas. All’11° posto con 137 (-5) Jordan Spieth e l’australiano Adam Scott, al 31° con 139 (-3) lo spagnolo Sergio Garcia, al 40°, alla pari con Day, l’inglese Justin Rose e Phil Mickelson.

Dustin Johnson ha realizzato il secondo 66 (-5) di fila, anche questo con cinque birdie senza bogey. Francesco Molinari  si è fermato per la prima volta dopo 36 buche dall’inizio del tour a ottobre. Il montepremi è di 7.000.000 milioni di dollari.

Diretta su Sky – La giornata finale del Genesis Open va in onda su Sky con collegamento domenica 19 febbraio, dalle ore 21 alle ore 0,30 (Sky Sport 2 HD).

SECONDO GIRO – Ancora sospensioni per maltempo nel Genesis Open (PGA Tour), sul percorso del Riviera CC (par 71), a Pacific Palisades in California, dove però è già deciso il destino di Francesco Molinari, 121° con 147 (72 75, +5), uno dei soli 24 giocatori che hanno completato il secondo turno, il quale non potrà evitare il taglio.

Nella classifica provvisoria sono in vetta con “meno 7” il venezuelano Jhonattan Vegas, fermato dopo 14 buche, e Sam Saunders, stesso score ottenuto nel turno iniziale e non partito. Seguono con “meno 6” Jason Kokrak (10ª), con 137 l’australiano Cameron Percy e con lo stesso “meno 5” Jordan Spieth (16ª) in rimonta, Ben Crane (11ª), John Huh (10ª), Dustin Johnson e J.T. Poston, gli ultimi due rimasti ai box. Rimasto in club house anche Phil Mickelson, decimo con “meno 4”. Al 34° posto con “meno 2” l’australiano Jason Day (15ª), mentre non hanno possibilità rimanere in gara il giapponese Hideki Matsuyama, 100° con “+3” (15ª), e Bubba Watson, campione in carica, 134° con “+8” (16ª).

Francesco Molinari, penalizzato dalle condizioni climatiche, ha segnato 75 (+4) colpi con due birdie, quattro bogey e un doppio bogey. E’ la prima volta dall’inizio del tour a ottobre che si ferma dopo 36 buche. Il montepremi è di 7.000.000 milioni di dollari.

Diretta su Sky – Il Genesis Open va in onda su Sky. Terza giornata: sabato 18, dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 2 HD).

PRIMO GIRO – Genesis Open interrotto per maltempo, con Francesco Molinari fermato alla buca 17 sul “più 1” e al 92° posto nella graduatoria provvisoria. Nel torneo del PGA Tour, in svolgimento al Riviera CC (par 71) di Pacific Palisades in California, è in vetta con 64 (-7) colpi Sam Saunders, due di vantaggio su Dustin Johnson, J.T. Poston, Brett Stegmaier, Daniel Summerhays e sull’australiano Cameron Percy (66, -5). Al settimo posto con 67 (-4) Phil Mickelson, al 18° con 68 (-3) l’australiano Adam Scott e al 30° con 69 l’inglese Justin Rose. Ha lo stesso “meno 2” anche Jordan Spieth stoppato alla 16ª. Attardati l’australiano Jason Day, numero uno mondiale, e il giapponese Hideki Matsuyama, 72.i con il par alla buca 15, Patrick Reed e lo spagnolo Sergio Garcia, che hanno concluso con un 72 (+1) affiancando Molinari, e Bubba Watson, campione uscente 119° con “+3” dopo 16 buche,

Sam Saunders, 30enne di Orlando e per ora con una carriera anonima, ha realizzato sette birdie senza bogey. Cammino accidentato per Francesco Molinari con quattro birdie e  cinque bogey. Il montepremi è di 7.000.000 milioni di dollari.

Diretta su Sky – Il Genesis Open va in onda in diretta su Sky. Seconda giornata: venerdì 17 febbraio, dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 3 HD).

PROLOGO – Francesco Molinari, dopo due settimane di pausa, torna in campo nel Genesis Open (16-19 febbraio), torneo del PGA Tour in programma al Riviera CC di Pacific Palisades in California. Il field promette emozioni per la presenza dell’australiano Jason Day, numero uno mondiale e avviato al pieno recupero dopo lo stop per infortunio, del giapponese Hideki Matsuyama e di Jordan Spieth, vincitori delle ultime due gare (Phoenix Open e Pebble Beach Pro Am), ed entrambi in grande spolvero come lo spagnolo Sergio Garcia, a segno nel Dubai Desert Classic (European Tour). Doveva esserci Tiger Woods, che ha dato forfait per gli spasmi alla schiena, ma sarà ugualmente al Riviera CC essendo la sua Fondazione cointeressata nell’evento.

Tutti favoriti nel quartetto citato, ma non avranno vita facile con antagonisti quali Bubba Watson, campione uscente, Dustin Johnson, appena tornato numero tre mondiale, Phil Mickelson, Patrick Reed, Jim Furyk, l’australiano Adam Scott, l’inglese Justin Rose, il sudafricano Charl Schwartzel e il nordirlandese Graeme McDowell.

Atteso tra i protagonisti Francesco Molinari, che ha dato responsi molto lusinghieri nelle prime due uscite del 2017 (12° CareerBuilder Challenge, 14° Farmers Insurance). Pur avendo disputato in tutto solo cinque gare da quando il tour è iniziato a ottobre occupa il 30° posto nella money list ($ 732.363) e il 29° nella graduatoria FedEx Cup. Il montepremi è di 7.000.000 milioni di dollari.

Diretta su Sky – Il Genesis Open andrà in onda in diretta su Sky. Prima giornata: giovedì 16 febbraio, dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 2 HD);

© RIPRODUZIONE RISERVATA 19 febbraio 2017
Tags
Ultimi articoli