EuroTour 2019:
ecco il calendario

Di Andrea Vercelli

Il circuito del Vecchio Continente sarà
sempre più globale: 48 tornei in 31 paesi e 5 continenti

Tante novità e una continua apertura verso un circuito sempre più mondiale più che europeo; queste le mosse volute e messe in atto da Keith Pelley, CEO dell’European Tour, e dal suo braccio destro, Guy Kinnings, per contrastare il dominio del PGA Tour.
Tra le principali novità ci sono l’ingresso del Abu Dhabi HSBC Championship tra gli eventi delle Rolex Series e la conferma del British Masters, che nel 2019 vedrà il patrocinio di Tommy Fleetwood, uno dei grandi eroi della Ryder Cup di Parigi, e si giocherà all’Hillside Golf Club. Si parte già da novembre, con oltre un mese di anticipo sull’anno solare, per un viaggio che toccherà cinque continenti: Europa, Asia, Africa, Australasia e Nord America.
Come nel 2018, 47 saranno i tornei validi per la Race to Dubai prima di arrivare al suo appuntamento finale, con il ritorno per il terzo anno consecutivo dell’originale GolfSixes a giugno. Tra questi ci sono gli otto appuntamenti con le Rolex Series, i tornei premier dell’European Tour con montepremi minimo di 7 milioni di dollari. L’Abu Dhabi HSBC Championship passa da 3 a 7 milioni di montepremi ed entra nei magnifici otto delle Rolex Series per il 2019 insieme al Dubai Duty Free Irish Open, al Aberdeen Standard Investments Scottish Open, al BMW PGA Championship, all’Italian Open (G.C. Olgiata, 10-13 ottobre), al Turkish Airlines Open, al Nedbank Golf Challenge e al DP World Tour Championship.
Mentre i tornei delle Rolex Series in Irlanda e Scozia mantengono la loro data di luglio e quelli in Turchia, Sud Africa e Dubai quelle di novembre, il BMW PGA Championship di Wentworth e l’Open d’Italia si spostano rispettivamente da maggio a settembre il primo e da giugno a ottobre il secondo, entrambi per adattarsi al meglio al nuovo calendario internazionale che vede il posizionamento dei quattro major da aprile a luglio e la chiusura del PGA Tour già il 25 agosto. Anche l’Open de France 2019 cambierà quindi data, per evitare di non vedere a Le National tutti i migliori giocatori europei impegnati sul circuito americano, con la data che si sposta quindi da giugno a ottobre. L’Andalucia Valderrama Masters invece si giocherà il prossimo anno non più ad ottobre ma a giugno.
Come sempre, l’innovazione rimane parte integrante del calendario europeo e oltre alla terza edizione GolfSixes – che quest’anno si terrà in Portogallo – lo Shot Clock Challenge tornerà ad agosto, così come il Belgian Knockout si giocherà alla fine di maggio. Senza dubbio uno dei maggiori successi del GolfSixes di quest’anno è stata l’introduzione del nuovo format che prevede pro e proette in campo insieme. Oltre che al GolfSixes, uomini e donne giocheranno insieme anche nel Trophee Hassan II in Marocco ad aprile e nel Vic Open in Australia a febbraio, torneo che farà  il suo debutto nel Tour europeo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 31 ottobre 2018
Tags
Ultimi articoli