Al via il Progetto Scuola

Di Fulvio Golob

Parte l’importante programma della Federgolf,
in collaborazione con l’Istituto per il Credito Sportivo

Affollatissima la Sala Conferenze nella sede romana dell’Istituto per il Credito Sportivo (ICS), a due passi da Piazza del Popolo. Principali interpreti della conferenza stampa (da destra nella foto di apertura) Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, e Andrea Abodi, Presidente di ICS. Argomento dell’incontro l’importante e ambizioso programma promozionale che la Federgolf sta lanciando. Stiamo parlando di “Golf a Scuola”, uno degli obiettivi principali legati Progetto Ryder Cup 2022.

L’idea di imparare a giocare a golf a scuola, scoprendo i valori del nostro sport, oggi diventa realtà. Evidente e pienamente condivisibile l’obiettivo della Federgolf, che mira a coinvolgere i giovani, per fargli scoprire tutta la bellezza del golf. Un’impresa non facile, visto che nel nostro Paese l’incidenza dei giocatori sul totale della popolazione è solo dello 0,15%.

Il Progetto “Golf a Scuola”, sviluppato dalla Federazione Italiana Golf in collaborazione con l’Istituto per il Credito Sportivo, unica banca pubblica del Paese per il sostegno allo Sport e alla Cultura, e con il patrocinio del CONI, ha il supporto organizzativo dei Comitati e delle Delegazioni Regionali FIG e si propone di far scoprire i primi rudimenti del nostro sport portandoli, per almeno quattro anni, all’interno di moltissime scuole, scelte fra quelle più vicine a strutture golfistiche.

Nel corso del talk show hanno raccontato la propria esperienza anche i giovani talenti azzurri Andrea Romano e Francesca Fiorellini e il maestro di golf Pasquale Schiavone, ripresi qui sotto insieme a Gian Paolo Montali e ad Andrea Abodi.

Ed ecco, nel comunicato ufficiale dell’Ufficio Stampa della Federgolf, i dettagli del Progetto Scuola.

Impatto sociale – “Golf a Scuola”, oltre a favorire il ricambio generazionale dei giocatori, punta a promuovere uno stile di vita all’insegna dello sport – anche per ragazzi con disabilità – coinvolgendo le famiglie nella diffusione della cultura del rispetto e dell’inclusione. Il Progetto si svilupperà su quattro anni, a partire dal 2018-2019 fino al 2021-2022 e quest’anno coinvolgerà 34 Istituti scolastici su tutto il territorio nazionale per un totale di 102 classi (Terza, Quarta e Quinta Primaria per ciascun Istituto). L’attività consiste in 3 ore di lezione a settimana per ogni Istituto Scolastico suddivise in un’ora a settimana per ogni singola classe. La lezione di golf, in accordo con la dirigenza scolastica e i docenti, integra e/o sostituisce l’ora di educazione motoria all’interno delle palestre con i maestri federali che guideranno gli studenti nel percorso di avviamento al golf. Per tutte le scuole aderenti è stato messo a disposizione gratuitamente un kit didattico ideato e realizzato dalla Casa Editrice Librì Progetti Educativi in collaborazione con la FIG e un kit di attrezzature specifiche per la pratica che verrà utilizzato durante le lezioni.

Le dichiarazioni

Gian Paolo Montali: “Per la Federazione Italiana Golf poter dare avvio al Progetto Golf a Scuola è motivo di orgoglio e soddisfazione. Si tratta di un’iniziativa di grande rilievo sociale nel cammino di avvicinamento alla Ryder Cup 2022. Desidero ringraziare il Presidente Abodi e l’Istituto per il Credito Sportivo per aver supportato il progetto, condividendone i valori e gli obiettivi. Da quest’anno e fino al 2022 porteremo per la prima volta il golf nelle scuole su tutto il territorio nazionale con lezioni a cura dei maestri federali nell’ambito dell’ora di Educazione Motoria. Le lezioni di golf sono già iniziate in alcune regioni e abbiamo riscontrato un entusiasmo travolgente al punto che la FIG sta ricevendo richieste anche da Istituti Scolastici di altre città interessati ad aderire. Con Golf a Scuola gli studenti potranno scoprire la magia di uno sport inclusivo, aggregante e fortemente educativo. Grazie al supporto dei Comitati e delle Delegazioni Regionali FIG, i ragazzi avranno poi l’opportunità di provare a giocare gratuitamente almeno due volte durante l’anno scolastico nei circoli limitrofi, compiendo così tutti i passi per diventare golfisti. La scelta degli Istituti Scolastici coinvolti nel percorso formativo golfistico è stata infatti effettuata con particolare attenzione alla vicinanza di un circolo di golf. Per uno sviluppo ad ampio raggio, la Federazione Italiana Golf ha predisposto anche un programma di formazione e certificazione federale del percorso degli insegnanti di attività motoria all’interno del quale verranno affrontati gli aspetti generali del golf con incontri teorici e pratici dinamici e coinvolgenti”.

Andrea Abodi: “Siamo felici di sostenere un progetto che investe nel futuro, aiutando, come banca pubblica dedicata allo sviluppo dello Sport e della Cultura, le ragazze e i ragazzi ad allargare gli orizzonti e a centrare gli obiettivi attraverso la pratica del golf. Una disciplina che richiede armonia, pazienza e controllo, ma è anche passione che diventa divertimento a contatto con la natura: il golf può essere una scuola di vita che insegnerà ai giovani a crescere nel rispetto dei propri compagni. Questa iniziativa conferma il sostegno che l’Istituto per il Credito Sportivo ha sempre dedicato al golf e che, anche in vista della Ryder Cup, vuole continuare a manifestare concretamente sia dal punto di vista strutturale che valoriale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 14 marzo 2019
Tags
Ultimi articoli