Con lo score di 135 colpi (-9) un solido Renato Paratore sale al secondo posto alla fine del secondo giro dell’Austrian Open.

Renato ora si trova a due colpi dal leader lo spagnolo Miguel Angel Jimenez capace di un giro in 65 colpi (-7) e di rubare ancora la scena ai suoi giovani avversari.

In compagnia di Paratore al secondo posto l’olandese Joost Luiten, leader dopo il primo round, gli scozzesi Howie e Warren, che girano in fotocopia e il tedesco Nicolai Von Dellingshausen.

Recuperano posizioni terminando le 36 buche al 38° posto Lorenzo Gagli ed Aron Zemmer. Lorenzo con il 69 di giornata (-3) scala 28 posizioni, mentre Aron marca un 68 (-4) che gli fa recuperare 44 posti in classifica.

Scivola al 51° posto Lorenzo Scalise che inciampa in un 75 (+3) di giornata che lo fa precipitare di ben 47 posizioni.

Francesco Laporta recupera 20 posizioni e sale al 61° posto con 143 colpi (-1) in compagnia di Enrico Di Nitto.

Sul percorso del Diamond Country Club non superano il taglio Federico Maccario e Filippo Bergamaschi.

Il torneo con un montepremi di 500.000 euro è valido sia per il circuito European Tour, sia per il Challenge.