“Di sicuro non è stata la mia giornata migliore oggi”, ha detto Kuchar che rimane leader del Genesis Invitational con due colpi di vantaggio sugli inseguitori.

Alla fine del secondo round sono al secondo posto posto Harold Varner III, Wyndham Clark e Rory McIlroy.

Sono tre i colpi che devono recuperare gli statunitensi Taylor e Henley, il coreano Kang e l’australiano Scott che raggiunge i piani alti della classifica con un 64 (-6) che gli permette di recuperare 60 posizioni.

In recupero anche gli statunitensi Holmes, DeChambeau Johnson, lo spagnolo Rahm e l’inglese Rose tutti in undicesima posizione a cinque colpi dal leader.

Tiger Woods perde 28 posizioni e chiude il secondo round al 45° posto con lo score di 145 colpi (par).

“Ho fatto degli errori piuttosto gravi”, ha detto Woods. Il record di 83 vittorie sul PGA TOUR sembra molto difficile che si avveri questa domenica.

Sul percorso del Riviera Country Club  il nostro Francesco Molinari non supera il taglio.

Con il Farmers Insurance Open, per Francesco, sono due i tagli non superati in questa stagione.