Callaway Rogue:
il limite non esiste

Di Andrea Vercelli

Ecco gli attesissimi nuovi driver e fairway wood.
Potenza, precisione e tolleranza sono stati portati
a un livello mai raggiunto prima d’ora

Come per il suo predecessore il nome scelto è di quelli che non passano inosservati.
Il lancio dell’Epic all’inizio del 2017 ha segnato l’inizio di una nuova era, grazie all’introduzione di una delle tecnologie più rivoluzionarie mai apportate in un bastone da golf, la Jailbreak Technology. I risultati in termini di potenza e precisione, dati alla mano, che l’Epic è stato in grado di produrre, incrementando in modo straordinario le performance di ogni livello di giocatore, ha fatto sì che nel 2017 sia stato il driver più venduto,  decretandone un successo mondiale.

Fare meglio poteva sembrare un’impresa impossibile ma Callaway, grazie a un dipertimento di Ricerca e Sviluppo all’avanguardia, ha dato vita a un prodotto capace di andare oltre ai già incredibili risultati ottenuti con l’Epic. Si chiama Rogue, nome forte e per certi versi insolito per un bastone da golf, ma che rispecchia fedelmente la sua anima aggressiva e le sue caratteristiche uniche. I test effettuati lo scorso dicembre nel corso della sua presentazione alla stampa in Scozia non lasciano dubbi: se l’Epic consentiva un drastico aumento delle performance in termini di velocità di palla, precisione, carry e distanza complessiva, il Rogue è riuscito ad andare oltre, impressionando per la qualità delle sue prestazioni applicate a differenti tipologie di giocatori.
Il suo segreto, se di segreto si può parlare, è nel grande lavoro di sviluppo e ottimizzazione della già vincente tecnologia Jailbreak e in una serie di ulteriori importanti novità che di seguito analizziamo nel dettaglio.

Callaway è partita da questo concetto: per cambiare drasticamente le performance di un driver bisogna cambiare drasticamente le dinamiche del driver stesso. Partendo dalle tecnologie di successo dell’Epic è stato creato il Rogue, driver che contiene tutte le migliori soluzioni apportate da Callaway per generare una superiore velocità di palla all’impatto in una nuova struttura dall’incredibile momento d’inerzia, capace di fornire un livello di tolleranza mai ottenuto in un bastone prima d’ora.

L’ulteriore incremento nella velocità di palla è stato ottenuto grazie al “Effetto Jailbreak”. Prima di tutto è stata potenziata tale rivoluzionaria tecnologia, con l’introduzione di nuove barre in titanio a forma di clessidra nel corpo del driver, notevolmente più leggere ma che comunque non compromettono la loro capacità di ridurre al minimo la flessione della corona e della suola all’impatto con la palla. Ciò consente di avere una faccia più sottile e una migliore energia da trasferire alla palla, per promuovere una maggiore velocità e potenza. Oltre a ciò la faccia a X VFT è stata potenziata e assottigliata nelle sue aree strategiche, per promuovere velocità di palla più elevate in caso di impatti fuori dal centro senza influire sulla distanza complessiva.


La nuova forma della testa di 460cc presenta un ingombro maggiore all’address rispetto all’Epic, incoraggiando i golfisti a rilassarsi e a fare uno swing libero e veloce. La straordinaria tolleranza del Rogue è resa possibile anche dalla corona di carbonio triassiale incredibilmente leggera e resistente, che consente di distribuire più peso nel perimetro della testa per aumentare la stabilità nei colpi fuori centro.
Ogni golfista, di qualsiasi livello, desidera più velocità della palla e maggiore tolleranza; Rogue ha portato questi due concetti base a un livello mai raggiunto fin’ora.

Le nuove barre in titanio, il 25% più leggere, aumentano la loro capacità di irrigidire corpo, corona e soletta, permettendo alla faccia di generare una superiore velocità all’impatto. Il tutto è stato incrementato anche grazie alla nuova faccia X VFT che consente di non perdere energia e distanza anche nei colpi fuori dal centro.

Callaway è leader nell’utilizzo del carbonio composito per incrementare le performance dei propri bastoni. Il carbonio triassiale composito, leggero e resistente, consente di risparmiare peso strategico nella testa, ridistribuito sul perimetro per incrementare il momento d’inerzia in maniera significativa oltre che la tolleranza complessiva, che permette di preservare distanza e precisione anche nei colpi imperfetti. Il Rogue ha la più grande corona in carbonio triassiale mai prodotta da Callaway.

Grazie alla collaborazione diretta con la compagnia aerospaziale Boeing, Callaway ha dato vita in passato alla tecnologia Speed Step applicata su alcuni dei suoi precedenti modelli. Nel Rogue la collaborazione con Boeing ha permesso di ridefinire le geometrie del profilo basso del driver in modo da facilitare il passaggio dei flussi d’aria e diminuire le resistenze, per una testa decisamente più veloce rispetto alla media.

Il nuovo driver Rogue, disponibile anche nella versione Sub Zero e nella versione Draw, sarà in vendita nei migliori negozi  a partire dal prossimo 9 febbraio. Il Rogue Sub Zero, studiato per i pro e per i giocatori più abili, è dotato delle stesse tecnologie del Rogue ma presenta una testa con due pesi intercambiabili di 2 e 14 grammi nella parte frontale e posteriore della soletta, per settare al meglio il livello di spin tra un raggio di ±200 rpm. Posizionando il peso maggiore in avanti si riduce il livello di spin, nel retro invece si aumenta la tolleranza e si genera un volo di palla più alto e un maggiore carry.
La versione Draw è invece stata creata per i giocatori di ogni livello che hanno problemi di slice; oltre a tutte le tecnologie innovative della versione Standard e Sub Zero, il Rogue Draw presenta una vite da 5 grammi nella suola vicino al tacco che favorisce la posizione del centro di gravità verso l’interno e il tacco stesso. Questa soluzione aumenta la capacità della testa del driver di creare un “effetto trazione”, un’azione fisica che riduce al minimo lo slice quando la faccia arriva aperta all’impatto, favorendo colpi dritti e incredibilmente potenti.

Oltre al driver, Callaway ha presentato anche il fairway wood Rogue, proposto anche nella versione Sub Zero, il primo legno da prato dotato dell’innovativa Jailbreak Technology e della ottimizzata tecnologia Face Cup. Queste due soluzioni lavorano in sinergia per esaltare la potenza e la tolleranza complessiva e hanno permesso di dare vita al legno da prato più performante mai creato da Callaway.“La sfida più difficile è stata quella di far lavorare insieme queste due tecnologie – ha dichiarato Alan Hocknell – capo della Divisione Ricerca e Sviluppo di Callaway -. Questa speciale sinergia ha permesso di dare vita a una vera meraviglia ingenieristica, un bastone estremamente potente. Ma oltre alla potenza il fairway wood Rogue è dotato di un centro di gravità eccezionalmente basso che consente di semplificare in modo tremendo il volo della palla, alto e consistente. Non ultimo è un bastone estremamente versatile, utilizzabile da differenti lie e sempre con grandi risultati”.
La versione Sub Zero presenta come quella standard le innovative tecnologie Jailbreak, Face Cup e Internal Standing Wave ma produce meno spin. Presenta infatti un centro di gravità basso e anteriore ottenuto grazie alla presenza di un peso di 5 grammi nella parte frontale della soletta che aiuta il bastone a generare un più basso spin durante il volo della palla aumentando la distanza complessiva dei colpi.

  • Il driver Rogue è proposto nei modelli con loft 9°, 10.5° e 13.5° HT, anche per mancini, con pipetta OptiFit per la massima personalizzazione. Ampia la scelta tra shaft premium da 40, 50, 60, 70 e 80 grammi tra cui anche Aldila Quaranta, Aldila Synergy, Project X EvenFlow e Project X HZRDUS Yellow.
  • Il driver Rogue Sub Zero è proposto nei modelli 9° e 10.5°, anche per mancini, con pipetta OptiFit e una vasta gamma di shaft premium da 40, 50, 60, 70 e 80 grammi Aldila e Project X.
  • Il driver Rogue Draw è proposto nei modelli 9°, 10.5° e 13.5° HT, anche per mancini, con pipetta OptiFit e la stessa possibilità di scelta di shaft premium di differente peso tra Aldila e Project X.
  • I fairway wood Rogue sono disponibili con shaft premium da 40, 50, 60, 70 e 80 grammi Aldila e Project X nei modelli 3+ (13.5°), 3 (15°), 4 (17°), 5 (19°), Heavenwood (20°), 7 (21°), 9 (23°) e 11 (25°).
  • I fairway wood Rogue Sub Zero sono disponibili con shaft premium da 40, 50, 60, 70 e 80 grammi Aldila e Project X nei modelli 3+ (13.5°), 3 (15°) e 5 (18°).

Prezzi:

  • Rogue driver: 549 euro.
  • Rogue Sub Zero driver: 549 euro
  • Rogue Draw driver: 549 euro
  • Rogue fairway wood: 329 euro
  • Rogue Sub Zero fairway wood: 329 euro

Per maggiori informazioni: www.callawaygolf.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA 16 gennaio 2018
Tags
Ultimi articoli