-->

Un’isola a tutto golf

Di Andrea Ronchi

Albarella è un posto sicuro dove trascorrere le proprie vacanze in tranquillità dedicandosi al mare, al golf o a uno dei tanti sport disponibili

L’ISOLA DELLO SPORT
Albarella è un’isola privata nella laguna sud di Venezia, da cui dista solo 70 chilometri ed è raggiungibile via terra. Sull’isola, senza dubbio una delle perle dell’Alto Adriatico, oltre due milioni di alberi di circa 150 specie arboree in gran parte autoctone, appartenenti alla flora tipica della macchia mediterranea, fanno da scenario naturale ideale per appartamenti, ville, tre hotel 4 stelle e attrezzature per praticare innumerevoli sport (golf sul percorso da campionato da 18 buche, 25 campi da tennis in terra battuta, equitazione, tiro con l’arco, diving e sport acquatici) oltre a rendere i momenti di svago e relax davvero indimenticabili. La sicurezza è uno dei must di Albarella: infatti non si può accedere se non si è ospiti o proprietari di immobili, con un controllo della vigilanza attivo 24 ore su 24. Il campo da golf è stato realizzato da John Dering Harris su un’area di 70 ettari. Si gioca a ridosso della spiaggia in compagnia di gruppi di daini, stanziali sull’isola, e per molti aspetti le 18 buche ricordano quelle dei links, anche se con la presenza di alcuni ostacoli d’acqua. Proprio per la sua bellezza e il contesto unico in Italia, moltissime aziende scelgono il Golf Albarella quale destinazione per le finali nazionali dei propri circuiti. Quando scende la sera le attività sportive vengono poi sostituite da spettacoli di cabaret o intrattenimento per i più piccoli a cura del gruppo di animazione.

TECNOLOGIA ALL’AVANGUARDIA
Ad Albarella, D7golf mette a disposizione dei golfisti il K-Vest, un sofisticato sistema di analisi del ritmo e della postura durante lo swing. Sviluppato dal Titleist Performance Institute, viene oggi usato nelle scuole di golf più prestigiose per migliorare la tecnica a qualsiasi livello. L’allievo indossa due speciali corsetti, uno dorsale e l’altro lombare, nei quali sono inseriti sensori inerziali wireless che registrano il movimento, mentre un terzo sensore si trova sul guanto sinistro. I dati raccolti sono inviati a un pc, dove il software decodifica e riproduce la posizione istantanea di ogni segmento del corpo all’address, al vertice del backswing e all’impatto, per evidenziare i punti sui quali lavorare. Una speciale modalità training permette la visione in diretta durante lo svolgimento dell’esercizio. L’allievo segue quindi in tempo reale la variazione dei dati numerici e del colore dell’animazione sullo schermo del computer, che emette una nota musicale continua quando la posizione è corretta. Questo consente all’allievo di curare la postura senza guardare lo schermo. L’Accademy di Albarella è inoltre dotata di Flightscope, che misura con assoluta precisione il volo della palla e permette l’analisi di tutti i parametri che l’hanno determinato, quali il piano dello swing, la traiettoria del bastone, l’angolo di attacco, l’apertura della faccia all’impatto e gli angoli di lancio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 10 luglio 2018
Tags
Ultimi articoli