-->

Alps Tour: a Udine il Villaverde Open

Di Ufficio Stampa FIG

Tre giorni di gara sul rinnovato e bellissimo percorso
friulano. La Pro-Am d’apertura al francese Brun

Inizia sul percorso del Golf Club Udine, a Fagagna, il Villaverde Open (8-10 giugno). Il torneo dell’Alps Tour, inserito anche nel calendario dell’Italian Pro Tour, il circuito delle gare nazionali e internazionali che si svolgono in Italia, ripropone il grande golf sul tracciato friulano, che poi dall’8 al 10 settembre ospiterà nuovamente il Senior Italian Open, dopo la felice esperienza e il grande successo ottenuto nello scorso ottobre.

L’evento è stato anticipato dalla Villaverde Open Pro-Am dove ai primi quattro posti sono terminati team guidati da pro francesi. Ha vinto con “meno 38” la squadra di Julien Brun con i dilettanti Piergiorgio Lazzaroni, Niccolò Plazzotta e Leonardo Filippo Plazzotta seguita con “-33” da quella di Thomas Perrot con Pietro Fonda, Stenio Di Giusto e Cristina D’Andrea. Al terzo posto con “-29” la formazione di Leo Lespinasse con Marko Prekic, Luciano Roveredo e Alioscia Tanzi, quindi con lo stesso score Raphael Marguery con Rodolfo Cappellazzo, Silvano Favaro e Roberto Roversi. In quinta posizione la compagine di Alessandro Grammatica con Mauro Lorenzi, Stanislao Spinelli Barrile e Cristina Coslovich (-28). Adottata  la divertente formula “Tour Scramble – net aggregate team score in relation to par” and “Use your pro” in cui hanno fatto classifica birdie ed eagle.

I protagonisti  – Via dunque al torneo che si preannuncia ad alto contenuto tecnico e agonistico per la qualità della partecipazione, essendo presenti quasi tutti i migliori elementi dell’Alps Tour. C’è però molta fiducia in chiave azzurra, poiché sono molti i giocatori di casa nostra, tra i 47 in campo, che hanno le potenzialità per emergere a iniziare da Alessandro Grammatica, reduce dal secondo posto nell’Open de Saint François, in Guadalupa, dove è stato superato nello spareggio da Thomas Elissalde. Ricordiamo anche Stefano Pitoni, lo scorso anno tre volte a segno nel circuito, Joon Kim,  Niccolò Quintarelli, Andrea Rota, Aron Zemmer, Michele Cea, Corrado De Stefani, Leonardo Motta, Nunzio Lombardi e il neopro Jacopo Vecchi Fossa, per citarne alcuni.

Tra gli stranieri da seguire i francesi Ugo Coussaud, leader della money list, Thomas Elissalde e Julien Brun insieme all’olandese Lars Van Meijel, ossia quattro vincitori stagionali e tutti in ottima condizione, ma tra i favoriti vanno compresi anche i transalpini Jean-Baptiste Gonnet, Robin Roussel, Raphael Marguery, Antoine Rozner e Xavier Poncelet, il sorprendente dilettante spagnolo Adria Arnaus, l’austriaco Uli Weinhandl e l’inglese Liam Harper.

Al Villaverde Open prendono parte 134 concorrenti provenienti da tredici nazioni. Si gioca sulla distanza di 54 buche con taglio dopo 36 che lascerà in gara i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto. Il montepremi è di 40.000 euro dei quali 5.800 spetteranno al vincitore.

Solidarietà – La Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Onlus è il Charity Partner dell’Italian Pro Tour e dell’Open d’Italia per il 2017 e sosterrà il Comitato Organizzatore nella raccolta di fondi attraverso iniziative ad hoc durante le manifestazioni in calendario. Presieduta da Allegra Agnelli, la Fondazione è stata costituita per offrire un contributo significativo alla sconfitta del cancro attraverso la realizzazione in Piemonte di un centro oncologico.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA 07 giugno 2017
Tags
Ultimi articoli