Tiger: “Ho detto basta con i pesi”

Di Fulvio Golob

Nel corso dell’Hero World Challenge, Woods
ha esibito anche sprazzi di grande gioco.
Ecco cosa ha dichiarato riguardo la sua preparazione

SECONDO GIRO – Tiger Woods ha espresso brani di gioco vecchia maniera e ha condotto il giro con sette birdie senza bogey. “Ho cambiato tante cose – ha detto – e mi sono ispirato ad alcuni movimenti che facevo da ragazzo. Non sono certo uguali e nemmeno posso eseguirli con quella elasticità, ma ho preso tante cose che mi stanno aiutando. Non sollevo più pesi e non corro: nei primi anni di carriera percorrevo circa 30 miglia la settimana e queste cose sono state la causa dei miei guai. Ora sto lavorando su una protezione a lungo termine. Non carico più la colonna vertebrale come facevo un tempo, ma non ho problemi di morbidezza o flessibilità. Debbo solo trovare stabilità”.

PRIMO GIRO – Fiammata iniziale per Tiger al suo rientro dopo 16 mesi senza un torneo giocato. Per un breve periodo è stato addirittura in testa al primo giro dell’Hero World Championship, scendendo fino a -4 nelle prime 8 buche, ma due doppi bogey alla 16 e alla 18 hanno cancellato la bella prestazione sul primo giro.

Si può pensare che il caldo e un po’ di fatica possano aver vanificato gli sforzi di Woods al suo rientro, ma è lo stesso Tiger a cancellare questa considerazione. “Non mi sono sentito stanco, ho solo fatto alcuni errori stupidi.” Dopo aver consegnato lo score di 73 (+1), che lo pone al 17° posto su 18 in gara, davanti al solo Justin Rose, l’ex numero uno del mondo ha precisato: “Sono finito due volte fra i cespugli e sono stati davvero errori imperdonabili, che non faccio di solito. Devo però essere onesto e considerare che, non avendo giocato da parecchio in gara, ci può anche stare. Ho davanti altre tre giornate, con vento che dovrebbe crescere nel weekend e credo riuscirò a giocare un po’ meglio rispetto a oggi.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA 02 dicembre 2016
Tags
Ultimi articoli