-->

Ryder Cup 2022: sottoscritti gli impegni

Di Ufficio Stampa FIG

A Londra, confermata con l’ultimo
atto ufficiale la candidatura italiana
di Roma e del Marco Simone

Presso l’Ambasciata italiana a Londra è stato ufficializzato il completamento della candidatura italiana alla Ryder Cup del 2022 con la sottoscrizione degli impegni fra la Federazione Italiana Golf e la Ryder Cup Europe. L’Italia concorre insieme ad Austria, Germania e Spagna. La sede di gioco designata dalla FIG è il circolo capitolino Marco Simone Golf & Country Club.

Ospiti dell’Ambasciatore Pasquale Terracciano e della Signora Karen Terracciano: il Bid Management Team – guidato da Richard Hills – Giovanni Malagò, Presidente del Coni; Franco Chimenti, Presidente Coni Servizi e Federazione Italiana Golf; Stefano Manca, Segretario Generale; Marco Durante, Consigliere Federale e Bid Coordinator; Lavinia Biagiotti in rappresentanza del Marco Simone Golf & Country Club e Chiara Geronzi, responsabile della comunicazione della candidatura, che ha coordinato l’evento. Per il Comune di Roma erano presenti Giovanna Marinelli, Assessore alla Cultura e allo Sport e Mario Defacqz, Capo Segreteria. Hanno partecipato all’incontro anche molti esponenti di rilevo dell’imprenditoria italiana a Londra.

Grande soddisfazione da parte del Presidente della Federazione Italiana Golf, Franco Chimenti: “Aver ricevuto i complimenti della Commissione Ryder Cup Europe, che ha definito la candidatura italiana estremamente valida, è motivo di orgoglio. Riteniamo di aver presentato un progetto che esalta le potenzialità dell’Italia, proponendosi come volano per il turismo e per l’economia del Paese. Attraverso questa candidatura la FIG si è prefissata l’obiettivo di dare un ulteriore impulso allo sviluppo del golf in Italia”.

 

Anche il Presidente del Coni Giovanni Malagò si è complimentato con la FIG: “A nome del Coni e mio personale, esprimo il pieno appoggio alla candidatura dell’Italia alla Ryder Cup 2022. Si tratta di un progetto ambizioso, che può contare sul sostegno del Governo. Poter ospitare a Roma una manifestazione sportiva così importante rappresenterebbe una vetrina eccellente per il Paese e contribuirebbe anche ad accrescere il prestigio della candidatura di Roma ai Giochi Olimpici del 2024. Il golf, inoltre, tornerà fra le discipline olimpiche a Rio 2016, a conferma della sua rilevanza nel panorama sportivo”.

La candidatura italiana, che ha attirato l’attenzione della stampa inglese (una delegazione di giornalisti nel pomeriggio ha incontrato Giovanni Malagò, Franco Chimenti e Marco Durante) sarà esaminata dal Bid Management Team e verrà confrontata con quelle degli altri Paesi concorrenti. Il verdetto arriverà non prima della fine di ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 10 settembre 2015
Tags
Ultimi articoli