-->

Ryder Cup 2022: il Portogallo si ritira

Di Fulvio Golob

Terzo forfait dopo quelli di Danimarca e Portogallo. Il numero delle candidate rimaste in corsa, fra cui l’Italia con il Marco Simone di Roma, scende a quattro… 

Ultima notizia sul fronte della Ryder Cup. La candidatura portoghese è stata ritirata ufficialmente ieri, mercoledì 15 aprile. Una simile decisione era nell’aria già da un po’ di tempo e infatti c’erano state alcune avvisaglie, a cominciare dai tempi non chiarissimi sulla visita che i commissari della Ryder Cup avrebbero dovuto effettuare in Portogallo. A questo punto, restano in campo solo quattro nazioni sulle sette che avevano iniziato insieme il cammino per ospitare l’evento  del 2012. Si tratta di Austria, Germania, Italia e Spagna, mentre hanno già dato forfait Danimarca, la prima a desistere, Turchia e, appunto, Portogallo.

La candidatura italiana per la Ryder Cup del 2022 perciò entra sempre più nel vivo. Concluse le visite ispettive presso le nazioni in corsa per ospitare l’edizione europea della massima competizione internazionale di golf. Dopo la Germania, il team del Comitato Organizzatore ha visitato le sedi scelte da Spagna e Italia (25 e 26 marzo), che ha candidato il percorso romano del Marco Simone (Guidonia Montecelio). Il tour europeo delle visite ispettive ha quindi fatto tappa in Austria. A seguito delle visite ispettive le nazioni concorrenti avranno tempo fino al 30 aprile 2015 per consegnare tutta la documentazione necessaria. Le singole candidature saranno poi esaminate dalla Ryder Cup Europe, coadiuvata da un pool di esperti. Per il nome del Paese vincitore bisognerà invece aspettare il prossimo autunno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 16 aprile 2015
Tags
Ultimi articoli