-->

PGA: Watson al fotofinish, Chicco Molinari 51°

Di Fulvio Golob

Nel Northern Trust Open, sul californiano
Riviera CC, finale thrilling con sei giocatori
in soli tre colpi. Secondi Scott e Kokrak

 

 

Per il tabellone in tempo reale, clicca qui

QUARTO GIRO – Nona vittoria su PGA Tour per Bubba Watson (-15, 66 68 67 68), che come nel 2014 si impone nel Northern Trust Open a Los Angeles, disputato sul celebre percorso del Riviera Country Club. Finale emozionante con Jason Kokrak che alla buca 14 conduceva con due colpi di vantaggio, inseguito da Watson, Scott e Dustin Johnson. Il 30enne che vive a Charlotte, in Nord Carolina, subiva però un bogey alla 15 che riapriva tutti i giochi. Watson nelle due buche successive non si lasciava scappare la possibilità di altrettanti birdie e arrivava alla 18 con un colpo di vantaggio su Kokrak e Scott, che giocando sotto par le ultime due buche era tornato a -14 dopo i brutti “tre putt” alla 14 e alla 15 che gli erano costati due bogey. Kokrak mancava di un soffio la possibilità di chiudere il par 4 della 18 in tre colpi e così Watson metteva il sigillo vincente al suo torneo, sotto lo sguardo felice della moglie Angie e del piccolo Caleb.

Al quarto posto (-13) Dustin Johnson, che nel Northern Trust Open sembra abbonato ai piazzamenti di prestigio (secondo nel 2015 e nel 2014, quarto nel 2012, terzo nel 2010). Seguono in classifica con -12 e al quinto posto l’australiano Marc Leishman e il coreano K.J. Choi. Giornata da dimenticare per Rory McIlroy, partito benissimo con un eagle alla 1, ma poi incappato in ben sette bogey. Unico altro guizzo il birdie all’ultima buca, per un 75 finale che lo ha fatto scendere in 20.a posizione, perdendo 15 posti in classifica.

Giro senza infamia e senza lode per Francesco Molinari (-1, 69 71 70 73), che lascia Los Angeles con due bogey nelle buche conclusive. Alla fine per lui il 51° posto, con 11 posizioni perse nell’ultimo giro. È un canovaccio che si ripete ormai con una certa frequenza: per Francesco buona partenza e poi progressiva perdita di posizioni, arrivando alla fine in posizioni di rincalzo. Speriamo che nel prosieguo della stagione riesca a contrastare meglio questo trend in discesa durante i tornei.

Prossimo appuntamento con il PGA Tour in Florida, per l’Honda Classic, al PGA National di Palm Beach. Bel field in campo, con McIlroy, Fowler, Mickelson, Zach Johnson, Koepka e il nostro Francesco Molinari.

Il montepremi era di 6.800.000 dollari con prima moneta di 1.224.000 dollari.

TERZO GIRO – Bubba Watson (-12, 66 68 67) guida il  Northern Trust Open a Los Angeles con una lunghezza di vantaggio. A un solo colpo lo inseguono Dustin Johnson, Jason Kokrak e Chez Reavie, mentre a due (-10) c’è un gruppetto di cinque, con due titolati pretendenti quali Rory McIlroy e Adam Scott. Nelle ultime 18 buche ci saranno senz’altro grandi duelli, fra alcuni dei più famosi giocatori del mondo.

Francesco Molinari ha invece chiuso le 54 buche con un ulteriore, leggero arretramento. Il campione di Torino  (-3, 69 71 70) perde tre posizioni e si ritrova al termine del terzo giro in 41.a posizione.

Il montepremi è di 6.800.000 dollari con prima moneta di 1.224.000 dollari.

Il torneo su Sky – Il Northern Trust Open va in onda in diretta, in esclusiva e in alta definizione su Sky con collegamento domenica 21, dalle ore 21 alle ore 0,30 (Sky Sport 3 HD).

SECONDO GIRO – Francesco Molinari, come Manassero a Kuala Lumpur, gira in par sul Riviera Country Club di Los Angeles, dove si sta svolgendo il Northern Trust Open. Per Chicco (-2, 69 71) passaggio del taglio (+1) senza problemi, anche se rispetto al primo giorno perde 11 posizioni e si assesta per il momento al 38° gradino della classifica. Partito bene (-2 sulle prime tre buche e al giro di boa), Francesco ha invece litigato con lo score fra la 10 e la 15 (quattro bogey e un birdie), per chiudere poi sotto par la 17.

Eliminato Jordan Spieth, che non va oltre il -3 di giornata e quindi non riesce a rimediare al pessimo +8 del primo giro, gli altri big sono invece tutti nella zona alta della classifica. Conduce il 30enne americano Jason Kokrak, nato però in Canada, e considerato uno dei bomber del circuito (media drive oltre le 310 yarde). Per lui (-10, 68 64), miglior score del venerdì (-7), mentre fra i peggiori Camilo Villegas (+3), in testa dopo le prime 18 buche e finito solo al 15° posto dopo le seconde.

Dopo Chez Reavie (-9), secondo, arrivano i grossi calibri. Dustin Johnson e Bubba Watson sono terzi a -8, insieme a Troy Merritt, a -7 c’è l’australiano Marc Leishman seguito da una pattuglia di sei giocatori, fra cui Adam Scott e RoryMcIlroy, tutti a -6. Situazione quindi molto fluida al giro di boa, che lascia prevedere 36 buche emozionanti nel weekend.

 

PRIMO GIRO – Buona partenza per Francesco Molinari, che sul celebre percorso californiano del Riviera Country Club porta a casa un buon -2, frutto di cinque birdie e tre bogey. Bella soprattutto la reazione a due buche negative (14 e 15), cui Francesco ha fatto seguire le successive 16 e 17 sotto par. Il risultato lo piazza al 27° posto, ma a soli due colpi dal quinto, dove troviamo Rory McIlroy (-4) insieme ad altri sei giocatori. Risalendo la classifica secondo posto per Bubba Watson (-5), in compagnia di Chez Reavie e Luke List. Al vertice il solitario colombiano Camilo Villegas, scivolato al 226° posto delle classifiche mondiali ma ieri in stato di grazia, come dimostra il suo -8 (63, con nove birdie e un bogey). Infuriato per l’ennesimo taglio non passato, Villegas ha dedicato gli ultimi, intensi allenamenti a curare la parte psicologica del gioco. Per il momento, pare con un certo risultato…

Fa comunque notizia il pessimo giro di Jordan Spieth, numero uno delle classifiche mondiali. Nel Northern Trust Open di Los Angeles, il numero uno del mondo è addirittura penultimo con un terribile score di +8 (8 bogey, un doppio e solo due birdie). Terzo peggior giro in carriera per lui, che comunque l’ha presa con grande filosofia e, probabilmente, con il giusto spirito. Poi però è rimasto – da solo – fino al tramonto in campo pratica…

Per problemi di scarsità di luce, una dozzina di concorrenti – ininfluenti per le zone di alta classifica – non hanno chiuso il primo giro.

 

PROLOGO – Francesco Molinari, dopo una breve pausa, torna in campo nel PGA Tour per disputare il Northern Trust Open (18-21 febbraio), in programma sul percorso del Riviera CC, a Pacific Palisades in California. Tanta qualità tra i partenti che comprendono cinque dei primi dieci classificati nel world ranking: il leader Jordan Spieth, il nordirlandese Rory McIlroy (numero 3), Bubba Watson (6), l’inglese Justin Rose (7) e Dustin Johnson (8). Numerosi, comunque, gli altri possibili protagonisti: Keegan Bradley, Jason Dufner, Matt Kuchar, Hunter Mahan, l’australiano Adam Scott, i sudafricani Ernie Els e Charl Schwartzel, gli inglesi Paul Casey e Luke Donald, lo spagnolo Sergio Garcia, l’irlandese Padraig Harrington, il giapponese Hideki Matsuyama e l’argentino Angel Cabrera. Difende il titolo James Hahn.

Molinari, che nelle prime tre gare stagionali ha ottenuto due piazzamenti in bassa classifica e ha subito un taglio, ha necessità di tornare a prestazioni più consone ai suoi standard per rientrare a breve termine tra i primi 50 della graduatoria mondiale, dove attualmente è al 76° posto.

Il montepremi è di 6.800.000 dollari con prima moneta di 1.224.000 dollari.

Il torneo su Sky – Il Northern Trust Open va in onda in diretta, in esclusiva e in alta definizione su Sky con collegamenti ai seguenti orari: giovedì 18 febbraio, dalle ore 23 alle ore 2 (Sky Sport 2 HD); venerdì 19, dalle ore 23 alle ore 2 (Sky Sport 3 HD); sabato 20 febbraio, dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 2 HD); domenica 21, dalle ore 21 alle ore 0,30 (Sky Sport 3 HD).

© RIPRODUZIONE RISERVATA 22 febbraio 2016
Tags
Ultimi articoli