-->

PGA Tour: vince un grande Justin Thomas

Di Fulvio Golob

Nel Dell Technologies, seconda prova
delle finali FedEx Cup, JT lascia a tre colpi
Jordan Spieth, che però guida la classifica

Per la classifica finale, clicca qui

Per la classifica aggiornata della FedEx Cup, clicca qui

QUARTO GIORNO – Justin Thomas continua il suo super ruolino di marcia (-17, 71 67 63 66) e vince il suo quinto titolo dell’anno, portandosi al primo posto nella classifica dei successi sul Tour. Per lui vittorie al CIMB Classic, all’SBS Tournament of Champions, al Sony Open in Hawaii (da ottobre a gennaio), al PGA Championship e infine al Dell Technologies, concluso oggi, lunedì 4 settembre, festa del Labour Day negli USA.

A tre lunghezze Jordan Spieth, al suo secondo posto d’onore nelle due gare finora disputate delle finali FedEx, dopo essere finito la scorsa settimana alle spalle di Dustin Johnson. Spieth (-14, 72 65 65 67) ha mancato di un niente almeno tre difficili putt, che gli avrebbero consentito di restare più vicino a Thomas, baciato dalla sorte in in più di un’occasione ma comunque in una forma di gioco straripante al momento. Molto bello il duello fra i due, che continua anche al vertice della classifica FedEx: per soli 27 punti (5.071 contro 5.044) la spunta al momento Spieth, mentre terzo insegue Dustin Johnson, a quota 4.650, seguito da Matsuyama e Rahm.

Nella graduatoria del Dell Technologies, ha chiuso al terzo posto l’australiano Marc Leishman (-13), che dopo uno straordinario -6 sulle prime nove buche ha buttato al vento vittoria e quasi tutto quello che aveva costruito fino a metà giro, spegnendosi con un’infilata di cinque bogey. Quarti lo spagnolo Jon Rahm (-12), ormai sempre presente ai vertici del Tour, e l’inglese Paul Casey, che ha dichiarato l’intenzione di voler tornare a impegnarsi per far parte della squadra europea di Ryder Cup. Sesti Na, Reed, Perez e Mickelson a -11. Un brutto 73 ha invece penalizzato Dustin Johnson, finito solo 18° e sceso dal vertice al terzo posto della classifica FedEx Cup.

Par conclusivo per Francesco Molinari (+3, 75 70 71 71), che chiude in 61.a posizione e perde sei posti nella FedEx Cup, dal 36° al 42°. Fra due settimane perciò non sarà facile per Chicco riuscire a recuperare le 12 posizioni che gli servirebbero per evitare l’ultimo taglio e accedere al Tour Championship. Naturalmente, a lui il nostro più sincero in bocca al lupo per farcela in questa impresa.

Sul percorso del TPC Boston, a Norton nel Massachusetts, erano in campo 96 concorrenti dei 100 aventi diritto, che hanno superato il primo dei tre tagli al Northern Trust. Successivamente si ridurranno a 70 prima del BMW Championship (14-17 settembre) e saranno in 30 nel Tour Championship (21-24 settembre).

Con l’inizio dei PlayOffs sono stati cambiati i punteggi e al vincitore di gara vanno ora 2.000 punti (contro i 500/600 dei tornei precedenti), con 1.200 al secondo e con 760 al terzo. Vengono assegnati gli stessi punti anche in questa gara e nel BMW Championship, poi ci sarà un reset.

Si partirà, infatti, per la volata finale con lo stesso ordine di classifica, ma con punteggio diverso studiato appositamente per consentire a buona parte dei contendenti di vincere il jackpot. Il primo avrà 2.000 punti e a scendere 1.800, 1.520, 1.296 e 1.280 fino ai 115 del 30°. I primi cinque avranno il vantaggio di acquisire comunque i 10 milioni di dollari se arriveranno primi, mentre per tutti gli altri, anche in caso di successo, non sarà matematico imporsi nella FedEx Cup.

 TERZO GIORNO – Dopo 54 buche, accoppiata in testa a -12 nella seconda finale della FedEx Cup 2017. Appaiati al vertice Justin Thomas, autore di un fantastico -8 di giornata, e l’australiano Marc Leishman, che non è stato da meno con il suo 6 sotto par. Ma la classifica è molto corta e appena dietro troviamo Paul Casey (-11 e  -4 par nel terzo giro), seguito a sua volta da un terzetto a -10, composto dal canadese Adam Hadwin, da Grayson Murray e da un pericoloso avversario come Jordan Spieth, ieri autore di un ottimo -5.

E per la caccia al successo finale, che a Boston come di solito si consumerà nella giornata di lunedì, non sono certo tagliati fuori Dustin Johnson e lo spagnolo John Rahm, entrambi a quota -9 dopo un -5 e un giro in par. Giornata non brillantissima infatti per l’iberico, che sulle seconde nove ha infilato tre bogey che hanno vanificato il -2 delle prime nove, salvo chiudere con un birdie alla 18 che lo tiene comunque agganciato all’alta classifica.

Con le posizioni attuali, Thomas sarebbe al comando della classifica FedEx, seguito da DJ, Spieth, Leishman e Matsuyama, solo 26° nel Dell ma in recupero di 11 posizioni nel terzo giro.

È invece 60° Francesco Molinari (+3), che non ha problemi a passare il taglio per disputare la terza finale. Ma con la sua ipotetica 42.a posizione in classifica dovrà invece lottare non poco per far parte dei “magnifici 30” che disputeranno il Tour Championship.

Il torneo su Sky – Il Dell Technologies Championship viene teletrasmesso in diretta, in esclusiva e in alta definizione da Sky, sul canale Sky Sport 3 HD  lunedì 4, dalle ore 21 alle ore 24. Commento di Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 04 settembre 2017
Tags
Ultimi articoli