-->

PGA: Justin Thomas vittoria a suon di record

Di Ufficio Stampa FIG

Al Sony Open (Hawaii) il giocatore più in forma
del circuito, vincitore del recente SBS Tournament
of Champions, ha dominato il torneo

Per la classifica in tempo reale, clicca qui

EPILOGO – Uno straordinario Justin Thomas (253 – 59 64 65 65, -27) ha vinto a suon di record il Sony Open in Hawaii al Waialae CC (par 70) di Honolulu, nelle isole Hawaii. Ha staccato di sette colpi l’inglese Justin Rose (260, -20), campione olimpico, e di otto Jordan Spieth (261, -19) e ha stabilito il nuovo record relativo allo score più basso realizzato in un torneo del PGA Tour che apparteneva a Tommy Armour III (254, Texas Open, 2003).

Inoltre è divenuto il settimo giocatore a infrangere il muro dei 60 colpi (59, -11, primo giro), ha fissato in 123 (-17) il punteggio più basso dopo 36 buche e ha eguagliato con 188 (-22) quello dopo 54. Con 1.080.000 dollari guadagnati (su sei milioni in palio) è salito in vetta alla money list e con i 500 punti acquisiti è il nuovo leader della FedEx Cup. Con il quarto titolo in due anni di carriera nel tour (il secondo consecutivo) il quasi 24enne di Louisville (Kentucky). è entrato tra i top ten (da 12° a 8°) nel world ranking.

Thomas (nella foto) è stato il quarto giocatore a vincere il questa gara con una corsa di testa dopo il coreano Howard Twitty (1993), Paul Azinger (2000) e il coreano K. J. Choi (2008), mentre l’’ultimo a imporsi a inizio anno nel Tournament of Champions e nel Sony Open in Hawaii era stato il sudafricano Ernie Els nel 2003. Thomas ha concluso la sua splendida corsa con sei birdie e un bogey per il 65 (-5).

Al Waialae CC hanno occupato il quarto posto con 262 (-18) Kevin Kisner e Jamie Lovemark, il sesto con 263 (–17) Zach Johnson e Gary Woodland e il 27° con 269 (-11) il giapponese Hideki Matsuyama, che ha così interrotto la striscia di quattro successi e due secondi posti nelle ultime sei gare disputate. In bassa classifica Bryson DeChambeau, 49° con 272 (-8), il neopro che al momento non mantiene fede alle aspettative, il fijiano Vijay Singh, 57° con 273 (-7), e lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño, 63° con 275 (-5).

TERZO GIRO – Justin Thomas ha proseguito la sua corsa di testa a tempo di record nel Sony Open in Hawaii al Waialae CC (par 70) di Honolulu, nelle isole Hawaii. Dopo aver battuto con 123 (-17) colpi il primato del PGA Tour su 36 buche, con un parziale di 65 (-5) e il totale di 188 (59 64 65, -22) ha eguagliato quello sui tre giri e affronterà il quarto con sette colpi di margine su Zach Johnson (195, -15), difficili da recuperare. Al terzo posto Gary Woodland, Hudson Swafford e l’inglese Justin Rose con 196 (-14), al nono Jordan Spieth con 198 (-12) e al 16° il giapponese Hideki Matsuyama con 200 (-10). Il montepremi è di sei milioni di dollari.

Il torneo su Sky – La giornata finale del Sony Open in Hawaii andrà in onda in diretta su Sky con collegamento lunedì 16 gennaio dalle ore 0 alle ore 4 (Sky Sport 2 HD).

SECONDO GIRO – Justin Thomas (123 – 59 64, -17) ha continuato la sua corsa di testa nel Sony Open in Hawaii al Waialae CC (par 70) di Honolulu, nelle Isole Hawaii, e con un 64 (-6), aggiunto allo spettacolare 59 (-11) iniziale, ha portato a cinque i colpi di vantaggio su Gary Woodland (128, -12). Sono saliti al terzo posto con 130 (-10) Zach Johnson, autore di un 61 (-9) miglior score di giornata, e l’inglese Justin Rose, che hanno la compagnia di Hudson Swafford. Pesante il distacco di Jordan Spieth, 13° con 132 (-8), e del giapponese Hideki Matsuyama, 24° con 133 (-7).

Justin Thomas, 24enne in grande ascesa che domenica scorsa ha vinto il SBS Tournament of Champions, terzo titolo in due anni di circuito, ha segnato un eagle, sette birdie e tre bogey. Il montepremi è di sei milioni di dollari.

Il torneo su Sky – ll Sony Open in Hawaii va in onda in diretta su Sky, canale Sky Sport 2 HD. Terza giornata: domenica 15 gennaio dalle ore 1 alle ore 4,30.

PRIMO GIRO – Justin Thomas non smette di stupire: reduce dal successo SBS Tournament of Champions, ha concluso in 59 (-11) colpi il primo giro del Sony Open in Hawaii al Waialae CC (par 70) di Honolulu. È il settimo giocatore della storia del tour a infrangere il muro dei 60 colpi e il più giovane a entrare nell’esclusivo club avendo compiuto l’impresa, sogno di tutti i golfisti, all’età di 23 anni, 8 mesi e 14 giorni, superando il primato di David Duval (27 anni, due mesi e 15 giorni). Thomas, l’atleta più interessante delle ultime leve, in due anni di circuito ha già ottenuto tre vittorie.

In classifica lo seguono Hudson Swafford (62, -8) e il sudafricano Rory Sabbatini (63, -7). In buona posizione Jordan Spieth e il fijiano Vijay Singh, 12.i con 65 (-5), l’inglese Justin Rose e il giapponese Hideki Matsuyama, 21.i con 66 (-4). In ritardo l’argentino Fabian Gomez, campione in carica, 74.i con 69 (-1). Il montepremi è di sei milioni di dollari.

Justin Thomas ha iniziato e concluso il giro con un eagle e in mezzo ha messo otto birdie e un bogey. Lo hanno preceduto nella prodezza Al Geiberger (1977), Chip Beck (1991) e David Duval (1999), tutti autori del 59 su campo par 72 (-13), quindi con un “-12” su par 71 Paul Goydos (2010), e Jim Furyk (2013) e su par 70, come lui, l’australiano Stuart Appleby (2010). Veramente eccezionale Jim Furyk, unico giocatore ad aver superato il “muro” due volte e recordman assoluto con un 58, -12 su par 70 (Travelers Championship, 2016). Solamente Geiberger, Duval e Appleby hanno poi vinto la gara.

Il torneo su Sky – ll Sony Open in Hawaii va in onda in diretta su Sky, canale Sky Sport 2 HD. Seconda giornata: sabato 14 gennaio dalle ore 1 alle ore 4,30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 13 gennaio 2017
Tags
Ultimi articoli