-->

Open 2° giro: grazie Tino!

Di Andrea Ronchi

Emozionante addio all’Open d’Italia di Costantino Rocca, alla sua ultima apparizione nel torneo di casa, applaudito a lungo dai tanti spettatori presenti. In testa  lo svedese Fahrbring e il danese Bjerregaard con -13. Andrea Perrino miglior azzurro con -10 è settimo

Per il tabellone in tempo reale, clicca qui

Bianco, rosso e verde. Questo il “dressing code” suggerito dal Comitato Organizzatore dell’Open d’Italia per pubblico e addetti ai lavori per sostenere i nostri portacolori nella seconda giornata al Golf Club Milano, decisiva per il primo verdetto, quello del taglio, che lascerà in campo sabato e domenica solo i primi 65 giocatori e i parimerito a giocarsi le posizioni che contano di questa 72esima edizione del nostro Open.
Ai 7.500 spettatori fatti registrare ieri nella giornata inaugurale se ne sommano 9.500, un record per il venerdì.

La parte alta della classifica ha favorito, come ieri, chi è partito nella mattinata, con la testa a -13 occupata dal danese Lucas Bjerregaard (65) e dallo svedese Jens Fahrbring (64). Bene Kaymer, settimo grazie a un 66 frutto di un solo bogey di giornata (alla 12) ma di cinque birdie e un eagle (alla 14). Ottimo anche Wiesberger, uno degli altri grandi nomi della vigilia, 68 di giornata per un totale come Kaymer di -10.
È uscito al taglio invece Matteo Manassero, oggi autore di un 71 finale grazie al birdie all’ultima buca, la 9, e un totale di -3. Il veronese si è inflitto una penalità per palla mossa, risultata fatale con il taglio a -4.
Ottimo recupero invece di Edoardo Molinari, che dopo il deludente 72 di ieri oggi ha cambiato marcia realizzando un 67 finale e con un totale di -5 è risalito sino al 48° posto. Spicca il fantastico risultato dell’amateur italiano Stefano Mazzoli, che allo strepitoso 66 di ieri ha sommato oggi un 70 che gli vale la sedicesima posizione. Migliore degli italiani, e unico tra i top ten, un sorprendente Andrea Perrino che con il secondo 67 consecutivo e un totale di -10 è settimo in classifica.
Francesco Molinari non è riuscito a scendere sotto il par nella seconda giornata. Il torinese, partito con un birdie tra due ali di folla, è incappato in un doppio bogey al par 3 della 3, rimettendo lo score a posto solo alla 9. Nelle buche di rientro ha concluso in stretto par scendendo al 25° posto a sei colpi dai leader.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 18 settembre 2015
Tags
Ultimi articoli