Open: SuperChicco secondo
dopo il primo giro

Di Andrea Ronchi

Colsaerts chiude al comando a quota -9 ma Francesco Molinari lo tallona a due colpi. Bene anche Stefano Mazzoli a -6.

PRIMO GIRO: La prima giornata ci ha regalato splendide notizie in campo azzurro con Francesco Molinari in ottima forma. Il torinese ha completato le prime 18 buche con lo score di 65 colpi, somma di otto birdie e un bogey. 15 i green presi nei colpi regolamentari e una buona efficacia con il putter, 28 i suoi putt, come lui stesso ha confermato: «È stato un ottimo inizio che mi permette di rimanere nelle prime posizioni senza costringermi a rincorrere aumentando la pressione. Mi sono trovato subito a mio agio e la preparazione alla gara è stata buona. Il campo è corto rispetto a quelli sui quali siamo abituati a giocare ma è anche più facile per la pioggia caduta nei giorni scorsi». Stefano Mazzoli, vincitore degli Europei Dilettanti, ha concluso a quota -6 e si trova al quinto posto.

Leader il belga Nicolas Colsaerts con 63 colpi (-9). Partito dalla buca 10 ha inanellato ben otto birdie consecutivi dalla 14 alla 3 per concludere con un altro colpo guadagnato al campo alla 8. Insieme a Molinari, a dua colpi dal leader, c’è anche Shiv Kapur, fisicamente trasformato grazie ai molti chili persi, e Kristoffer Broberg.

Bene anche i toscani Andrea Perrino e Lorenzo Gagli, a quota -5. Entrambi sono partiti con un grave bogey al par 5 della buca uno ma non si sono persi d’animo recuperando colpi al campo. Gagli ha concluso con un pizzico d’amaro in bocca a causa del bogey alla 18, ma la prestazione per entrambi è più che positiva. Ha chiuso sotto il par anche Matteo Manassero che ha reagito con orgoglio sulle buche di rientro e, grazie a un parziale di -4, ha terminato in 70 colpi, -2 per il torneo. Dovranno recuperare Edoardo Molinari e Renato Paratore, intorno alla centesima posizione con il par.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 17 settembre 2015
Tags
Ultimi articoli