-->

LPGA: Sei Young Kim vince a sorpresa

Di Ufficio Stampa FIG

Lexi Thompson, quarta giocatrice al mondo
che difendeva il titolo, cede nel finale e la coreana
conquista il quinto titolo in carriera

Per la classifica in tempo reale, clicca qui

EPILOGO: grazie a un ultimo giro in 68 colpi e un colpo al green perfetto alla prima buca di play off la coreana Sei Young Kim ha vinto il Meijer LPGA Classic for simply give, giocato a Grand Rapids in Michigan. La coreana ha giocato un colpo perfetto dal rough di sinistra alla prima bica di play off, piazzando la propria palla a meno di un metro per un facile birdie che le è valso il quinto trofeo in carriera. La Kim non aveva immaginato aver bisogno del play off, nonostante il bogey alla 72ma buca, semplicemente perché non aveva guardato il leaderboard (come lei stessa ha dichiarato)! Quando pensava stessero allestendo il tavolo della premiazione è stata costretta a tornare sul tee della 18 per contendersi il titolo con la spagnola Carlota Ciganda che ha superato con un bridge alla extra buca.

Alle spalle del duo l’altra coreana In Gee Chun e quindi le due grandi deluse: Lydia Ko e Lexi Thompson che, dopo aver guidato la classifica, ha concluso l’ultimo giro un colpo sopra il par perdendo leadership e titolo conquistato lo scorso anno. Alla Kim sono andati 300 mila dollari di prima moneta.

SECONDO GIRO: Lexi Thompson, numero quattro mondiale e campionessa uscente, è rimasta da sola al comando con 132 (65 67, -10) colpi, nel Meijer Classic (LPGA Tour). Sul percorso del Blythefield Country Club (par 71), a Grand Rapids nel Michigan, sono uscite al taglio, caduto a 141 (-1), Giulia Sergas, 107ª con 145 (73 72, +3), e Giulia Molinaro, 135ª con 149 (76 73, +7).

La leader è tallonata a un colpo dalla canadese Alena Sharp e dalle coreane So Yeon Ryu, Q Baek e In Gee Chun (133, -9). Al sesto posto con 134 (-8) Amelia Lewis, le coreane Amy Yang e Sei Young Kim,  la giapponese Haru Nomura, due titoli in stagione, l’australiana Minjee Lee, l’inglese Jodi Ewart  e la spagnola Carlota Ciganda.

Sono a tre colpi dalla vetta, ampiamente recuperabili, la neozelandese Lydia Ko, numero uno del Rolex ranking, la canadese Brooke M. Henderson, numero due, e la giovane cinese Xi Yu Lin, 13.e con 135 (-7), è risalita dalla 47ª alla 19ª posizione Paula Creamer con 136 (-6), stesso score della cinese Shanshan Feng, e sembra meno brillante, rispetto alle ultime quattro prestazioni (tre vittorie e un terzo posto), la thailandese Ariya Jutanugarn, 25ª con 137 (-5), prima giocatrice della sua nazione a imporsi nel LPGA Tour.

Lexi Thompson ha realizzato 67 (-4) colpi con sei birdie e due bogey, gli unici in 36 buche. Attardate dopo il giro d’apertura, non sono riuscite a recuperare Giulia Sergas (72 +1 colpi, con due birdie e tre bogey) e Giulia Molinaro (73 +2, con due birdie, due bogey e un doppio bogey). Il montepremi è di due milioni di dollari.

PRIMO GIRO: Lexi Thompson, numero quattro mondiale e campionessa uscente, è andata subito all’attacco nel Meijer Classic (LPGA Tour) e ha preso il comando con 65 (-6) colpi, ma non ha potuto evitare la compagnia della coreana Sei Young Kim, numero cinque, dell’inglese Laura Davies, della spagnola Carlota Ciganda e della sudafricana Paula Reto. Sul percorso del Blythefield Country Club (par 71), a Grand Rapids nel Michigan, hanno effettuato una falsa partenza Giulia Sergas, 108ª con 73 (+2), e Giulia Molinaro, 141ª con 76 (+5).

Il quintetto di testa è seguito a un colpo, in una classifica molto corta, da Jaclyn Jansen, Amelia Lewis, dalla canadese Alena Sharp, dall’inglese Jodi Ewart e dalle coreane Q Back, In Gee Chun e So Yeon Ryu. Non hanno perso molto terreno le tre avversarie più agguerrite della Thompson, la neozelandese Lydia Ko, leader del Rolex Ranking, e la canadese Brooke M. Henderson, numero due, 13.e con 67 (-4), alla pari con la giapponese Haru Nomura, e la thailandese Ariya Jutanugarn, numero sette, 20ª con 68 (-3) e affiancata dalla coreana Na Yeon Choi e dalle cinesi Shanshan Feng e Xi Yu Lin. Continuano ad avere problemi Paula Creamer, 47ª con 70 (-1), e l’australiana Karrie Webb, 85ª con 72 (+1).

Lexi Thompson ha segnato un eagle e quattro birdie senza bogey e non ha commesso errori neanche Carlota Ciganda che si è disimpegnata con sei birdie. Sette birdie e un bogey per Laura Davies e per Paula Reto e otto birdie e due bogey per Sei Young Kim.

Giulia Sergas ha messo insieme quattro birdie e sei bogey e ha ampie possibilità di recupero essendo a due colpi dalla linea del taglio. Più difficile il compito di Giulia Molinaro, che ha concluso con un birdie  e sei bogey.

PROLOGO: Lexi Thompson difende il titolo nel Meijer Classic (16-19 giugno), torneo del LPGA Tour che avrà luogo sul percorso del Blythefield Country Club, a Grand Rapids nel Michigan, dove saranno impegnate anche le due azzurre Giulia Sergas e Giulia Molinaro.

Field delle grandi occasioni con in gara sette delle prime otto della classifica mondiale, dove il major della scorsa settimana ha portato variazioni di peso. Tengono banco in particolare la neozelandese Lydia Ko, saldamente al comando del Rolex ranking, la canadese Brooke M. Henderson, salita al secondo posto con il successo di domenica scorsa nel KPMG Women’s PGA Championship, dove ha bruciato al playoff proprio la Ko, e la thailandese Ariya Jutanurgarn che con tre successi di fila e la terza piazza nello stesso major è volata al settimo nell’arco di quattro eventi. Si ipotizza che il trio sarà ancora in lotta per il titolo, insieme alla stessa Thompson, scesa dalla terza alla quarta posizione nella graduatoria mondiale, e alle coreane Sei Young Kim, numero cinque, In Gee Chun, numero sei, e Amy Yang, numero otto. Assente la coreana Inbee Park, numero tre, ferma ai box per un infortunio al polso che non riesce a smaltire.

Da seguire anche le cinesi Shanshan Feng e Xi Yu Lin, l’australiana Minjee Lee, la giapponese Haru Nomura e la svedese Anna Nordqvist, mentre dovranno provare a dare un senso alla stagione, fino ad ora deludente, Paula Creamer, Brittany Lincicome, Michelle Wie e l’australiana Karrie Webb.

Attese a una prova almeno da buona classifica Giulia Molinaro, uscita al taglio nel major, e Giulia Sergas, costretta al ritiro nell’occasione. Il montepremi è di due milioni di dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 16 giugno 2016
Tags
Ultimi articoli