-->

Finali FedEx: Thomas brucia Jordan Spieth

Di Fulvio Golob

Xander Schauffele vince il Tour Championship, ma JT
conquista la seconda posizione e con essa il jackpot
da 10 milioni di dollari, suggello di una grande annata

Per le classifiche del Tour Championship e della FedEx Cup in tempo reale, clicca qui

FINALE – Justin Thomas conclude la sua grande stagione con un doppio colpo: vince i dieci milioni di dollari della FedEx Cup e si impone nella money list del PGA Tour, in entrambi i casi superando Jordan Spieth sul filo di lana. Thomas ha fatto l’en-plein classificandosi al secondo posto con 269 (-11) colpi nel Tour Championship, la quarta e ultima prova dei PlayOffs che, sul percorso dell’East Lake GC (par 70) di Atlanta in Georgia, ha concluso la FedEx Cup 2017 e la stagione 2016-2017 del tour statunitense.

Il torneo è stato vinto da Xander Schauffele (268 – 69 66 65 68, -12), 23enne di La Jolla (California) al primo anno circuito, che ha avuto ragione di Thomas con un birdie sull’ultima buca e che si è confermato una nuova ed emergente realtà del golf mondiale. Schauffele ha iniziato il 2017 al 299° posto della classifica mondiale ed ora si ritrova al 32° posto. Con il successo di Atlanta, Schauffele ha ricevuto 3.575.000 dollari, tra bonus e prima moneta di 1.575.000 dollari su un montepremi di 8.750.000 dollari. Sicuramente da incorniciare la sua prima stagione nel circuito con due vittorie, la prima delle quali nel Greenbrier Classic, e con un importante quinto posto nell’U.S. Open.

Al terzo posto del Tour Championship con 270 (-10) Russell Henley e Kevin Kisner, al quinto con 271 (-9) l’inglese Paul Casey, in vetta dopo tre turni, al sesto con 272 (-8) Brooks Koepka e solo al settimo con 273 (-7) Jordan Spieth, che aveva iniziato la gara da leader sia nella FedEx Cup che nell’ordine di merito americano. Stesso score anche per Tony Finau e per lo spagnolo Jon Rahm. Mai in partita l’altro iberico Sergio Garcia e l’inglese Justin Rose, decimi con 274 (-6), Dustin Johnson, numero uno mondiale, e l’australiano Jason Day, 17.i con 278 (-2), e molto deludenti l’australiano Marc Leishman, 24° con 283 (+3), vincitore del precedente BMW Championship, Rickie Fowler e il giapponese Hideki Matsuyama, 26.i con 286 (+6).

Justin Thomas (nella foto a sinistra con Schauffele) è stato il miglior giocatore del circuito 2017. Ha ottenuto cinque delle sue sei vittorie in carriera, compresa quella in un major (PGA Championship), e ha superato Jordan Spieth nel rush finale. Il 24enne di Louisville (Kentucky) ha prevalso nella graduatoria della FedEx Cup con 3.000 punti e si è assicurato il jackpot, ma non è andata poi male ai quattro giocatori dietro di lui. Infatti Spieth, secondo con p. 2.340, ha avuto un bonus di 3.000.000 di dollari, Schauffele (terzo con 2.151), ne ha ricevuti due, a Dustin Johnson (quarto con 1.720), ne sono spettati 1.500.000  e un milione di dollari li ha ricevuti anche Jon Rahm (quinto con 1.620), attesissimo protagonista del prossimo Open d’Italia. La FedEx Cup ha distribuito complessivamente 35 milioni di dollari di premi finali gratificando fino al 150° della graduatoria. Francesco Molinari, uscito dopo la terza prova, ha avuto 138.000 dollari per il 37° posto.

Thomas, ha guadagnato 10.945.000 dollari, compresi i 945.000 della seconda moneta del torneo. Non è record, che è rimasto al nordirlandese Rory McIlroy, il quale nel 2016 portò a casa 11.530.000 dollari, essendosi imposto nel Tour Championship e nella FedEx Cup. Comunque con il secondo premio Justin Thomas è balzato in vetta alla money list statunitense con un totale di 9.921.560 dollari. Alle sue spalle Jordan Spieth ($ 9.433.033), Dustin Johnson ($ 8.732.193), Hideki Matsuyama ($ 8.380.570) e Jon Rahm ($ 6.123.248).

TERZO GIORNO – Con un bel -5  (un eagle, cinque birdie e due bogey), Paul Casey scende a -12 complessivi, staccando di due lunghezze Kisner e Schauffele. In contemporanea, l’inglese sale anche al vertice della classifica della FedEx Cup e sarà perciò l’uomo da battere nell’ultimo giro, a caccia della vittoria nel conclusivo Tour Championship by Coca Cola, atto finale della stagione americana. In palio, oltre all’ormai famosissimo jackpot da 10 milioni di dollari, anche la fetta maggiore (1.575.000 dollari) del cospicuo montepremi della gara (8.750.000), che si svolge sullo splendido East Lake GC, ad Atlanta, in Georgia.

Nella graduatoria della FedEx Cup, al secondo posto Justin Thomas (-7 nella gara di Atlanta) e al terzo Jordan Spieth (-4), tagliato fuori dalla vittoria nel Tour Championship, ma ancora in grado di dire la sua per la conquista del jackpot. I tre sono divisi da una manciata di punti, per cui la lotta si preannuncia apertissima nell’ultimo giro di gara. Quarto è Dustin Johnson, più arretrato nella FedEx Cup e quindi con ridotte chances di giocarsi con gli altri i dieci milioni di dollari.

SECONDO GIORNO – Grande battaglia per l’atto conclusivo della FedeEx Cup, che si svolge ad Atlanta, all’East Lake Golf Club. In tre al comando (-7) dopo 36 buche e cioè l’inglese Paul Casey e gli americani Webb Simpson e Justin Thomas. Quest’ultimo, se la classifica si dovesse “congelare” così, vincerebbe anche il superbonus finale di 10 milioni di dollari, precedendo nella classifica finale proprio Casey e Simpson. Sarebbe invece solo quarto Jordan Spieth, al comando prima dell’inizio del Tour Championship in Georgia e ancora in testa dopo il primo giro. Ieri però il giovane texano, che ha girato in par, ha perso nove posizioni e ora è a metà della graduatoria della gara, al 15° posto.

Risultato simile nel secondo giro per i tre attuali leader (66 per Thomas, 67 per Casey e Simpson), mentre il miglior score di giornata è stato quello di Patrick Reed (65), che si è così portato in quarta posizione (-6) in compagnia di Gary Woodland, di Justin Rose e del sempre più convincente Jon Rahm, che tutti aspettiamo come grande protagonista all’Open d’Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 25 settembre 2017
Tags
Ultimi articoli