-->

QS Girona: Edoardo Molinari resta nel Tour

Di Fulvio Golob

Il torinese conclude al secondo posto
le sei gare per mantenere la carta sul massimo
circuito europeo per la stagione 2017

Edoardo Molinari si è classificato secondo con 416 colpi (66 68 72 69 67 74, -12) nella finale della Qualifying School e ha ottenuto la ‘carta’, ossia il diritto di gioco, per l’European Tour  2017 dove affiancherà il fratello Francesco, Renato Paratore, Matteo Manassero e Nino Bertasio.

Sul percorso dello Stadium Course (par 72), al PGA Catalunya Resort di Girona in Spagna, ha vinto l’inglese Nathan Kimsey (415 – 70 70 71 61 73 70, -13) e Molinari ha concluso alla pari con l’argentino Ricardo Gonzalez e con lo scozzese Scott Henry, ma più che l’ordine di classifica contava entrare fra i primi trenta, ossia tra coloro hanno avuto accesso al tour maggiore

Non ci sono riusciti Enrico Di Nitto (70 69 71 73 71 76) e Matteo Delpodio (73 68 76 67 71 75), 58.i con 430 (+2), e Andrea Maestroni, 67° con 432 (68 74 73 69 75 73, +4)., ma hanno ricevuto la ‘carta’ per il Challenge Tour 2017, dove peraltro erano già tutti e tre con differente categoria. Sono usciti al taglio Lorenzo Gagli, 124° con 291 (71 69 75 76, +7), e Marco Crespi, 136° con 293 (75 71 77 70, +9).

Edoardo Molinari, due successi nell’European Tour, una Ryder Cup vinta con la squadra continentale (2010) e poi un infortunio al polso che l’ha pesantemente penalizzato, era leader dopo cinque turni in una gara tutta d’alta graduatoria. Ha iniziato il giro finale con un doppio bogey e questo lo ha indotto alla prudenza, pensando solo a mantenersi in quota. Un bogey e un birdie hanno dato corpo al 74 (+2) e al suo obiettivo. Il torneo si è svolto sulla distanza di 108 buche. Nelle prime 72 i concorrenti si sono alternati anche sul Tour Course (par 70).

© RIPRODUZIONE RISERVATA 16 novembre 2016
Tags
Ultimi articoli