-->

EuTour: nello Tshwane vince Burmester

Di Fulvio Golob

 

Successo in casa per il giocatore sudafricano,
che si impone con tre colpi di vantaggio.
Migliore fra gli azzurri Renato Paratore (45°)

Per la classifica in tempo reale, clicca qui

QUARTO GIORNO –  Il sudafricano Dean Burmester ha vinto con 266 colpi (68 68 65 65, -18) lo Tshwane Open, torneo in combinata tra European Tour e Sunshine Tour svoltosi al Pretoria CC (par 71) di Waterkloof, in Sudafrica.

Hanno avuto una buona reazione nel giro finale, recuperando posizioni Renato Paratore, da 65° a 45° con 281 (73 69 70 69, -3), e Francesco Laporta, da 80° a 56° con 282 (70 71 76 65, -2) con un 65 (-6), mentre Edoardo Molinari, 76° con 286 (69 73 75 69, +2), ha lasciato l’ultima piazza.

Burmester ha superato il finlandese Mikko Korhonen e lo spagnolo Jorge Campillo (269, -15), lo statunitense Peter Uihlein (270, -14) e lo svedese Alexander Bjork (271, -13). Dean Bormester, 28enne di Harare, Zimbabwe, ha messo al sicuro il primo successo nel circuito con sette birdie sulle prime dieci buche e poi ha controllato la situazione con due birdie e tre bogey per il 65 (-6). E’ stato gratificato con un assegno di 190.055 euro su un montepremi di 1.190.000 euro.

Renato Paratore si è gravato di due bogey in cinque buche, ma ha recuperato con quattro birdie per il parziale di 69 (-2). Stesso score anche per Edoardo Molinari, sempre con quattro birdie e due bogey, e volata con sei birdie senza bogey per il 65 (-6) di Francesco Laporta, miglior score di giornata ottenuto anche dal vincitore e dal sudafricano Jacques Blaauw (6° con 272, -12). Il pugliese è entrato nel field per la seconda settimana consecutiva attraverso la prequalifica, che questa volta ha vinto (63, -9). Non ha superato il taglio Nino Bertasio, 95° con 144 (72 72, +2).

TERZO GIORNO – Lo svedese Alexander Bjork (200 – 65 67 68, -13) e lo scozzese Scott Jamieson (200 – 67 65 68) hanno mantenuto il comando nel terzo turno dello Tshwane Open, torneo in combinata tra European Tour e Sunshine Tour che si svolge al Pretoria CC (par 71) di  Waterkloof, in Sudafrica. Sono in bassa classifica Renato Paratore, 65° con 212 (73 69 70, -1), Edoardo Molinari (69 73 75) e Francesco Laporta (70 71 76), 80.i con 217 (+4).

A un giro dal termine la coppia di testa precede di un colpo lo spagnolo Jorge Campillo e il sudafricano Dean Burmester (201, -12) e di due il finlandese Mikko Korhonen (202, -11). In lotta per il titolo anche gli inglesi Oliver Fisher e James Morrison, l’australiano Ben Eccles e i sudafricani Thomas Aiken e Peter Karmis, sesti con 203 (-10).

Sono andati di pari passo Alexander Bjork e Scott Jamieson, che hanno entrambi confezionato il 68 (-3) con cinque birdie e due bogey. Renato Paratore ha marciato tra il par e il “meno 1” e alla fine ha guadagnato un colpo sul campo con quattro birdie e tre bogey per il 70 (-1). Giornata molto difficile per Edoardo Molinari, che ha girato in 75 (+4) con un birdie, due bogey e un triplo bogey, e per Francesco Laporta, sceso di 31 posizioni con un 76 (+5) dovuto a tre birdie, quattro bogey e a due doppi bogey. Obiettivo minimo per i due togliersi dall’ultimo posto in graduatoria. Non ha superato il taglio Nino Bertasio, 95° con 144 (72 72, +2). Il montepremi è di 1.190.000 euro con prima moneta di 190.055 euro.

SECONDO GIORNO – Francesco Laporta, 49° con 141 (70 71, -1) colpi, Edoardo Molinari (69 73) e Renato Paratore (73 69), 63.i con 142 (par) sono rimasti in gara nello Tshwane Open, torneo in combinata tra European Tour e Sunshine Tour che si svolge al Pretoria CC (par 71) di  Waterkloof, in Sudafrica. Non ha superato il taglio Nino Bertasio, 95° con 144 (72 72, +2).

Guidano la graduatoria con 132 (-10) lo svedese Alexander Bjork (65 67) e lo scozzese Scott Jamieson (67 65), tallonati dall’inglese James Morrison (133, -9). Subito dietro quattro quotati sudafricani, Thomas Aiken, Justin Walters e Peter Karmis, quarti con 134 (-8), e Garth Mulroy, settimo con 135 (-7) insieme al finlandese Mikko Korhonen e al francese Gregory Havret.

Alexander Bjork, 26enne di Vaxjo e salito quest’anno dal Challenge Tour, ha realizzato 67 (-4) colpi con sei birdie e due bogey. Scott Jamieson, 33enne di Glasgow con una vittoria nel circuito datata 2013 (Mandela Championship), ha rimontato con sette birdie e un bogey per il 65 (-6). Francesco Laporta, entrato nel field per la seconda settimana consecutiva attraverso la prequalifica, questa volta vinta con 63 (-9) colpi, ha segnato tre birdie, un bogey e un doppio bogey per il 71 (par). Bel recupero di Renato Paratore con un parziale di 69 (-2, con quattro birdie e due bogey) e 73 (+2) colpi per Edoardo Molinari con tre birdie, tre bogey e un doppio bogey. Nino Bertasio è uscito per due colpi dopo un 72 (+1) con quattro birdie, tre bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di 1.190.000 euro con prima moneta di 190.055 euro.

PRIMO GIORNO – Il francese Gregory Havret, il sudafricano Haydn Porteous e lo svedese Alexander Bjork (nella foto) sono in vetta con 65 (-6) colpi nello Tshwane Open, torneo in combinata tra European Tour e Sunshine Tour che si svolge al Pretoria CC (par 71) di  Waterkloof, in Sudafrica, dove Edoardo Molinari, il migliore tra gli italiani, è 33° con 69 (-2). Sono dietro Francesco Laporta, 48° con 70 (-1), entrato nel field in extremis avendo vinto la prequalifica (63, -9), Nino Bertasio, 93° con 72 (+1), e Renato Paratore, 106° con 73 (+2). Seguono il trio di testa con 66 (-5) lo scozzese Duncan Stewart, il finlandese Mikko Korhonen, il sudafricano Justin Walters, l’inglese Toby Tree e l’australiano Ben Eccles. Al 16° posto con 68 (-3) il francese Romain Langasque e i sudafricani Dean Burmester, George Coetzee ed Hennie Otto, vincitore di due Open d’Italia, tutti indicati alla vigilia tra i favoriti.

Sei birdie senza bogey nel cammino di Haydn Porteous e di Alexander Bjork e due bogey, ma con otto birdie per Gregory Havret. Andatura tortuosa, ma efficace di Edoardo Molinari con sette birdie e cinque bogey e più prudente di Francesco Laporta, con tre birdie e due bogey, che per la seconda settimana consecutiva ha superato la prequalifica. Hanno spazio per recuperare Nino Bertasio (due birdie, tre bogey) e Renato Paratore (due birdie, due bogey, un doppio bogey) a ridosso della linea del taglio. Il montepremi è di 1.190.000 euro con prima moneta di 190.055 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 05 marzo 2017
Tags
Ultimi articoli