-->

EuTour: primo successo per Mattew Fitzpatrick

Di Ufficio Stampa Fig

Al Woburn Golf Club, il 21enne inglese supera
l’irlandese Lowry, il danese Kjeldsen e il paraguaiano
Zanotti. Francesco Molinari 38°, Crespi 60°

 

Per il tabellone in tempo reale, clicca qui

QUARTO GIORNO – Francesco Molinari si è classificato al 38° posto con 281 colpi (71 69 70 71, -3) e Marco Crespi al 60° con 284 (69 72 68 75, par) nel British Masters svoltosi sul tracciato del Woburn Golf Club (par 71), a Woburn in Inghilterra.

Ha centrato la prima vittoria nell’European Tour con 269 colpi (64 69 68 68, -15) l’inglese Matthew Fitzpatrick, che già in altre occasioni vi era andato vicino, confermando tutto quanto di buono si dice su di lui e che peraltro dimostra di volta in volta. Il 21enne di Sheffield, che nel 2013 ha fatto sul l’US Amateur, un major per dilettanti, è divenuto il più giovane a imporsi in questo torneo di lunga tradizione, strappando il primato al connazionale Justin Rose. Con una decisa accelerazione nelle ultime nove buche, in cui ha realizzato quattro dei cinque birdie di giornata a fronte di due bogey (68, -3), Fitzpatrick ha staccato di due colpi l’irlandese Shane Lowry, il danese Soren Kjeldsen e il paraguaiano Fabrizio Zanotti (271, -13). A quinto posto con 273 (-11) l’australiano Marcus Fraser, il francese Michael Lorenzo Vera, l’inglese Luke Donald e il thailandese Kiradech Aphibarnrat, leader con Fitzpatrick dopo tre turni, al 13° con 275 (-9) lo svedese Robert Karlsson e al 17° con 276 (-8) l’inglese Lee Westwood. In media classifica il nordirlandese Graeme McDowell, 30° con 279 (-5), l’inglese Ian Poulter, 32° con 280 (-4), l’irlandese Padraig Harrington e il coreano Y.E. Yang, stesso score di Molinari. In bassa gli spagnoli Miguel Angel Jimenez, 54° con 283 (-1), e Pablo Larrazabal, 69° con 288 (+4).

Molinari ha girato in 71 (par) colpi con due birdie e due bogey e Crespi in 75 (+4) con due birdie quattro bogey e un doppio bogey. Non ha superato il taglio Matteo Manassero, 90° con 146 (73 73, +4).

A Fitzpatrick è andato un congruo assegno di 671.550 euro su un montepremi di 4.080.000 euro.

TERZO GIORNO – Marco Crespi è salito dal 52° al 35° posto con 209 colpi (69 72 68, -4) e Francesco Molinari è rimasto al 42ª con 210 (71 69 70, -3) nel terzo giro del British Masters (European Tour) che si conclude con la disputa del quarto sul tracciato del Woburn Golf Club (par 71), a Woburn in Inghilterra. E’ sempre in vetta l’inglese Matthew Fitzpatrick (201 – 64 69 68, -12), ma è cambiato il suo compagno di viaggio, che ora è il thailandese Kiradech Aphibarnrat (201 – 67 67 67) e che ha preso il posto del danese Soren Kjeldsen, terzo con 202 (-11) in compagnia del paraguaiano Fabrizio Zanotti.

Ha proposto la sua candidatura al titolo, risalendo dalla 33ª piazza, l’inglese Luke Donald, quinto con 204 (-9) insieme al connazionale Richard Bland, al francese Romain Wattel e all’irlandese Shane Lowry. Hanno qualche chance anche lo svedese Robert Karlsson, nono con 205 (-8), e l’inglese Lee Westwood, 13° con 206 (-7), mentre sono fuori il nordirlandese Graeme McDowell, 17° con 207 (-6), e l’inglese Ian Poulter, 25° con 208 (-5). Non stanno brillando il coreano Y.E. Yang, stesso score di Crespi, l’irlandese Padraig Harrington, 48° con 211 (-2), e gli spagnoli Pablo Larrazabal, 60° con 214 (+1), e Miguel Angel Jimenez, 65° con 215 (+2). Non ha superato il taglio Matteo Manassero, 90° con 146 (73 73, +4).

Aphibarnrat è arrivato in cima alla graduatoria con un 67 (-4) frutto di quattro birdie senza bogey e Fitzpatrick, che aveva cominciato con un bogey, ha poi rimediato con quattro birdie (68, -3). Stesso 68 anche per Crespi, ma un po’ più articolato con sette birdie e quattro bogey, e 70 (-1) colpi per Molinari con quattro birdie e tre bogey. Il montepremi è di 4.080.000 euro.

Il torneo su Sky – La giornata conclusiva del British Masters andrà in onda in diretta, in esclusiva e in alta definizione su Sky con collegamento domani, domenica 11 ottobre, dalle ore 13 alle ore 18 (Sky Sport Plus HD). Commento di Andrea Sillitti, Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi

SECONDO GIORNO: Il danese Soren Kjeldsen (133 – 65 68, -9) ha raggiunto l’inglese Matthew Fitzpatrick (133 – 64 69). Kjeldsen ha operato l’aggancio con un 68 (-3) dovuto a cinque birdie e a due bogey e Fitzpatrick non ha potuto evitarlo con il parziale di 69 (-2) con cinque birdie e tre bogey.

La coppia di testa è tallonata con 134 (-8) dall’inglese Richard Bland e dal thailandese Kiradech Aphibarnrat e sono al quinto posto con 135 (-7) l’irlandese Shane Lowry, lo svedese Robert Karlsson e il gallese Bradley Dredge. Al 13° con 137 (-5) il nordirlandese Graeme McDowell, al 23° con 138 (-4) l’irlandese Padraig Harrington e l’inglese Ian Poulter, al 33° con 139 (-3) lo spagnolo Pablo Larrazabal, il belga Nicolas Colsaerts, il coreano Y.E. Yang e gli inglesi Lee Westwood e Luke Donald e al 62° con 142 (par) l’iberico Miguel Angel Jimenez.

Ha recuperato Francesco Molinari, da 56° a 42° con 140 (71 69, -2), ha perso terreno, ma è rimasto in gara, Marco Crespi, da 27° a 52° con 141 (69 72, -1), mentre ha subito l’undicesimo taglio consecutivo Matteo Manassero, 90° con 146 (73 73, +4). Molinari ha maturato con tre birdie e un bogey, e 72 (+1) colpi per Crespi con tre birdie e quattro bogey. Per Manassero secondo 73 (+2) consecutivo, anche questo con tre birdie e cinque bogey.

PRIMO GIORNO – Tonico inizio di Marco Crespi, 27° con 69 (-2) colpi nel British Masters, evento in calendario nell’European Tour iniziato sul tracciato del Woburn Golf Club (par 71), a Woburn in Inghilterra. A metà classifica Francesco Molinari, 56° con 71 (par), e più indietro Matteo Manassero, 91° con 73 (+2).

È in vetta con 64 colpi (-7) Matthew Fitzpatrick, 21enne speranza inglese di Sheffield che comunque è già andato vicino alla vittoria anche se non l’ha ancora raggiunta. Precede di misura il connazionale Lee Slattery, lo scozzese Marc Warren, il danese Soren Kjeldsen e lo svedese Robert Karlsson (65, -6), mentre sono a due colpi gli irlandesi Padraig Harrington e Shane Lowry, l’australiano Marcus Fraser, il francese Romain Wattel, il gallese Bradley Dredge e lo svedese Mikael Lundberg. Al 12° posto con 67 (-7) l’inglese Luke Donald e il thailandese Kiradech Aphibarnrat, al 18° con 68 (-3) l’inglese Ian Poulter, al 42° con 70 (-1) il nordirlandese Graeme McDowell. Affiancano Molinari, lo spagnolo Pablo Larrazabal e il coreano Y.E. Yang e sono in 72ª posizione con 72 (+1) l’iberico Miguel Angel Jimenez e il coreano Byeong Hun An.

Fitzpatrick, nel 2013 vincitore del prestigioso US Amateur, un major per dilettati, ha realizzato un eagle e sei birdie a fronte di un bogey. Crespi, che ha bisogno di un buon risultato per evitare la Qualifying School a fine stagione, ha messo insieme tre birdie e un bogey. Molinari ha segnato quattro birdie, due bogey e un doppio bogey e Manassero tre birdie e cinque bogey. Il montepremi è di 4.080.000 euro.

PROLOGO – Francesco Molinari, Matteo Manassero e Marco Crespi saranno sul tee di partenza del British Masters (8-11 ottobre), evento in calendario nell’European Tour in programma al Woburn Golf Club di Woburn in Inghilterra. Il field è da grandi occasioni e comprende i nordirlandesi Graeme McDowell e Darren Clarke, gli inglesi Ian Poulter, Luke Donald, Lee Westwood e Danny Willett, lo svedese Robert Karlsson, l’irlandese Padraig Harrington, il gallese Jamie Donaldson, gli spagnoli Miguel Angel Jimenez, Pablo Larrazabal, Alvaro Quiros e Rafael Cabrera Bello, i danesi Thomas Bjorn e Thorbjorn Olesen, i sudafricani Garth Mulroy. Jaco Van Zyl e Darren Fichardt, il thailandese Kiradech Aphibarnrat e i coreani Y.E. Yang e Byeong Hun An.

Francesco Molinari, che rientra dopo l’Open d’Italia, proverà a confermare l’ottimo rendimento avuto nelle sei gare dell’European Tour a cui ha preso parte (esclusi major e WGC) nelle quali ha colto quattro top ten, mentre Matteo Manassero dovrà uscire dalla spirale negativa di dieci tagli consecutivi. Per Marco Crespi una nuova occasione onde evitare di tornare alla Qualifying School a fine stagione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA 08 ottobre 2015
Tags
Ultimi articoli