-->

EuroTour: Paratore sesto in Germania

Di Fulvio Golob

Nel BMW Open un’altra conferma dell’eccezionale talento
del nostro giovane campione romano. Vince il 36enne
argentino Andres Romero, che era numero 837 del ranking

Per la classifica in tempo reale, clicca qui

QUARTO GIRO – Un nuovo piazzamento fra i primi dieci per Renato Paratore, colto nel BMW International Open (European Tour) che si è disputato al Golfclub München Eichenried (par 72) di Eichenried, in Germania. Il nostro ventenne campione ha chiuso al sesto posto (-13, 70 70 67 68) insieme all’inglese Tommy Fleetwood e per un istante ha potuto pensare di ripetere il recente successo nell’Open di Svezia. Al termine delle prime nove buche era infatti -4 di giornata (cinque birdie e un bogey) e secondo in classifica, ma un doppio bogey alla dieci ha smorzato la sua rimonta e le due buche sotto par alla 11 e alla 18 sono servite solo a confermargli l’eccellente piazzamento acquisito già al termine del terzo giro. Con questa nuova, grande prestazione, Renato arriverà domani a breve distanza dalla fatidica “quota 100” nella classifica del golf mondiale.

Andres Romero con il trofeo vinto a Monaco

Successo davvero imprevisto, quanto meritato, per il 36enne argentino Andres Romero, impegnato di solito sul secondo tour americano e soltanto 837° nel World Ranking alla vigilia dell’Open tedesco. Romero (-17, 67 71 68 65) ha sconfitto i suoi avversari con un eccezionale finale, che gli ha fatto segnare sullo score ben sette birdie nelle ultime 11 buche. L’argentino è così riuscito a lasciare a un colpo di distanza il terzetto formato dall’inglese Richard Bland, dal belga Thomas Detry e da Sergio Garcia, che nelle ultime buche hanno perso più di un’occasione per appaiare Romeo e per portarlo per lo meno allo spareggio. Quinto lo svedese Rikard Kalberg (-14) e decimo il suo connazionale, nonché grande favorito, Henrik Stenson (-11), frenato nei quattro giorni di gara da un putt davvero non esaltante.

Gli altri due azzurri che avevano passato il taglio, Nino Bertasio ed Edoardo Molinari, sono finiti rispettivamente 34° (-5) e 73° (par). Era invece uscito dopo le prime 36 buche Matteo Manassero.

Il montepremi era di 2.000.000 di euro.

TERZO GIRO – Renato Paratore ha offerto un’altra ottima prova e con un parziale di 67 (-5) colpi e lo score di 207 (70 70 67, -9) è volato dal 23° al sesto posto concedendosi la possibilità di competere per un risultato di grande prestigio nel giro finale del BMW International Open (European Tour) che si sta svolgendo al Golfclub München Eichenried (par 72) di Eichenried in Germania. Ha rimontato anche Nino Bertasio, da 43° a 28° con 210 (70 72 68, -6) e ha perso qualcosa Edoardo Molinari, 56° con 213 (72 70 71, -3).

Paratore concede quattro colpi ai due leader con 203 (-13), lo spagnolo Sergio Garcia (66 70 67) e l’inglese Richard Bland (67 69 67), e tre allo svedese Joakim Lagergren (204, -12). Possono giocarsi le loro carte l’argentino Andres Romero e il belga Thomas Detry, quarti con 206 (-10), lo stesso Paratore e gli altri tre giocatori che lo affiancano, il sudafricano Hennie Otto, lo scozzese Scott Henry e lo statunitense David Lipsky.

Sono probabilmente fuori gioco lo svedese Henrik Stenson e l’inglese Tommy Fleetwood, decimi con 208 (-8), non tanto per il ritardo quando per il gioco che stanno esprimendo. Non hanno chances il thailandese Kiradech Aphibarnrat, 16° con 209 (-7), e l’iberico Rafa Cabrera Bello, stesso punteggio di Bertasio.

Sergio Garcia, vincitore ad aprile del Masters, ha fissato lo score con sette birdie e due bogey per il 67 (-5), ma in almeno due occasioni la palla del birdie si è fermata sul bordo della buca. Richard Bland dopo un bogey e quattro birdie si è reso protagonista di due prodezze. Ha salvato il par alla buca 12 con un approccio tirato con la palla per metà sommersa in acqua e un putt da circa cinque metri e alla buca successiva (par 4) ha messo a segno il secondo colpo per l’eagle da un centinaio di metri (67).

Renato Paratore, tornato in campo in grandi condizioni dopo la splendida vittoria nel Nordea Masters, come nel giro precedente ha trovato un bogey alla buca tre, poi ha cambiato passo e ha realizzato sei birdie di cui tre nelle ultime quattro buche, mettendo in evidenza un gran gioco sia lungo che corto. Nino Bertasio ha girato in 68 (-4) colpi con cinque birdie e un bogey a chiudere ed Edoardo Molinari è andato un po’ in altalena con un eagle, quattro birdie, tre bogey e un doppio bogey per il 71 (-1). È uscito al taglio Matteo Manassero, 86° con 144 (69 75, par) e out per un colpo. Il montepremi è di 2.000.000 di euro.

Il torneo su Sky – La giornata finale del BMW International Open sarà teletrasmessa in diretta da Sky con collegamento domani, domenica 25 giugno, dalle ore 12,30 alle ore 17 (Sky Sport 3 HD).

© RIPRODUZIONE RISERVATA 25 giugno 2017
Tags
Ultimi articoli