-->

Challenge: Pavan 7° e Gagli 10° in Turchia

Di Andrea Ronchi

A Belek, nel Turkish Airlines Challenge,
vittoria del francese Clément Sordet
e buona prestazione complessiva degli azzurri

Per il tabellone finale, clicca qui

QUARTO GIRO – Finalmente arriva una bella prova complessiva dei giocatori italiani. Dopo un lungo periodo di piazzamenti non sempre felici, sembra che stia cominciando a cambiare il vento. Nel Turkish Airlines Challenge, gara del Challenge Tour che si è svolta a Belek sul tracciato del Gloria Golf Club, il successo è comunque andato al francese Clément Sordet, che si è aggiudicato la gara con 268 colpi  (66 68 65 69, -20), dopo esser stato in testa fin dal terzo giro.

Migliore degli azzurri è risultato alla fine Andrea Pavan (nella foto), terminato settimo con 275 (70 68 71 66, -13), grazie a un gran giro finale, che per un solo colpo non è stato il migliore di giornata. A breve distanza Lorenzo Gagli, decimo con 276 (67 70 71 68, -12) e sugli scudi fin dalle prime battute, ma ancora bene Alessandro Tadini (73 69 69 67) e Andrea Maestroni (67 70 70 71), 18.i con 278 (-10), e Filippo Bergamaschi, 31° con 280 (69 72 69 70, -8).

Sordet ha battuto in volata il connazionale Matthieu Pavon (269, -19) con un birdie sull’ultima buca. Al terzo posto con 273 (-15) l’inglese Aaron Rai e lo svedese Sebastian Soderberg, al quinto con 274 (-14) il cileno Nico Geyger e ancora un francese, il neo pro Romain Langasque.

Clèment Sordet, 24 anni, ha ottenuto il secondo titolo nel circuito con un giro in 69 (-3) colpi che gli ha permesso di ribattere il deciso tentativo di rimonta di Pavon. Questi, che giocava avanti all’avversario, lo ha raggiunto in vetta alla graduatoria con un eagle alla 18, che ha completato il suo 66 (-6) insieme a un altro eagle, a quattro birdie e a due bogey. Sordet, che ha visto da lontano la prodezza dell’avversario, ha però come detto chiuso con il birdie vincente, seguito a tre birdie e a un bogey.

Due eagle anche per Pavan, insieme a due birdie per il 66, che gli ha fatto guadagnare 16 posizioni e sei birdie e due bogey per Gagli (68, -4). Per Tadini 67 (-5) colpi con sette birdie e due bogey, per Maestroni 71 (-1) con tre birdie e due bogey e per Bergamaschi 70 (-.2) con sei birdie e quattro bogey.

Al vincitore è andato un assegno di 28.000 euro su un montepremi di 175.000 euro.

TERZO GIRO – Classifica ancora variata nel Turkish Airlines Challenge, gara del Challenge Tour che si sta svolgendo sul tracciato del Gloria Golf Club (par 72), a Belek in Turchia, dove è passato a condurre con 199 colpi (66 68 65, -17) il francese Clément Sordet.

Sono nella parte alta della classifica Andrea Maestroni, 14° con 207 (67 70 70, -9), e Lorenzo Gagli, 17° con 208 (67 70 71, -8), ma non potranno competere per il titolo. Potranno invece farlo lo svedese Sebastian Soderberg, leader della money list, secondo con 201 (-15), lo svedese Jens Dantorp, l’inglese Aaron Rai e il transalpino Matthieu Pavon, terzi con 203 (-13), lo spagnolo Toni Ferrer e il francese Joel Stalter, sesti con 204 (-12). Poche chances, invece, per il cileno Nico Geyger e per il transalpino Romain Langasque, ottavi con 205 (-11).

Ha perso sei posizioni Andrea Pavan, 23° con 209 (70 68 71, -7), e ne hanno guadagnate alcune Filippo Bergamaschi, 29° con 210 (69 72 69, -6) e Alessandro Tadini, 37° con 211 (73 69 69, -5).

Clément Sordet, 24 anni e un titolo nel circuito, ha iniziato con un eagle imbucando il secondo colpo alla buca 1 (par 4) e poi ha mantenuto un ritmo molto alto con sei birdie e con la sola sbavatura di un bogey (65, -7). Due bogey nel finale sono stati il comune denominatore nel giro di Maestroni (con quattro birdie per il 70, -2) e di Gagli (con tre birdie per il 71, -1). Anche per Pavan 71 colpi con cinque birdie, di cui quattro a chiudere, due bogey e un doppio bogey, quindi un parziale di 69 (-3) sia per Bergamaschi, con sei birdie, un bogey e un doppio bogey, che per Tadini, con quattro birdie e un bogey.

Non hanno superato il taglio, caduto a 143 (-1),i Michele Ortolani, 72° con 144 (74 70, par), Federico Colombo, 110° con 147 (72 75, +3), e Niccolò Quintarelli, 143° con 158 (75 81, +12). Il montepremi è di 175.000 euro dei quali 28.000 euro andranno al vincitore.

SECONDO GIRO – Lorenzo Gagli (67 70) e Andrea Maestroni (67 70), undicesimi con 137 (-7) colpi, si sono mantenuti in alta classifica nel secondo giro del Turkish Airlines Challenge, gara del Challenge Tour che si sta svolgendo sul tracciato del Gloria Golf Club (par 72), a Belek in Turchia.

Nuovo leader con 132 (68 64, -12) è il francese Matthieu Pavon, che precede di due colpi il connazionale Clément Sordet e lo svedese Sebastian Soderberg (134, -10), leader della money list e un titolo in stagione. In quarta posizione con 135 (-9) il gallese Oliver Farr, il cileno Nico Geyger, il tedesco Sebastian Heisele, il transalpino Joel Stalter e l’inglese Aaron Rai. E’ sceso dalla prima alla nona con 136 (-8) lo statunitense John Hahn, che al 63 (-9) di partenza ha fatto seguire un 73 (+1). Lo affianca il neo pro francese Romain Langasque, un elemento dalle ottime prospettive.

Ha rimontato Andrea Pavan, da 38° a 17° con 138 (70 68, -6), ha perso qualcosa Filippo Bergamaschi, 33° con 141 (69 72, -3), e ha evitato il taglio con un parziale di 69 (-3) Alessandro Tadini, da 89° a 49° con 142 (73 69, -2). Non ci sono riusciti Michele Ortolani, 72° con 144 (74 70, par), fuori per un colpo, Federico Colombo, 110° con 147 (72 75, +3), e Niccolò Quintarelli, 143° con 158 (75 81, +12).

Matthieu Pavon, 24enne con una carriera svolta praticamente tutta sull’Alps Tour con due vittorie di cui una in Italia (Servizitalia Open, 2015), ha messo a segno otto birdie, senza bogey, e complessivamente nelle 36 buche ha assommato 13 birdie e un bogey. Piuttosto attenti Lorenzo Gagli e Andrea Maestroni, entrambi autori di un 70 (-2) il primo con tre birdie e un bogey e il secondo con quattro birdie e due bogey. Molto aggressivo Andrea Pavan, rinvenuto con un 68 (-4) frutto di sei birdie e di due bogey. Filippo Bergamaschi ha segnato tre birdie e tre bogey per il 72 del par e Alessandro Tadini ha siglato lo score di cui si è detto con cinque birdie e due bogey. Per Michele Ortolani 70 colpi con tre birdie e un bogey, per Federico Colombo 75 (+3) con quattro birdie, cinque bogey e un doppio bogey e 81 (+9) per Niccolò Quintarelli con un birdie, otto bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di 175.000 euro dei quali 28.000 euro andranno al vincitore.

PRIMO GIRO – Lorenzo Gagli (nella foto) e Andrea Maestroni, ottavi con 67 (-5) colpi, hanno tenuto un buon passo nel primo giro Turkish Airlines Challenge, evento in calendario nel Challenge Tour che si sta svolgendo sul tracciato del Gloria Golf Club (par 72), a Belek in Turchia.

Protagonista della giornata è stato lo statunitense John Hahn, che ha preso il comando con un gran 63 (-9) guadagnando tre colpi di vantaggio sui primi inseguitori: i francesi Clément Sordet e Joel Stalter, gli inglesi Darren Wright e Aaron Rai, il portoghese Ricardo Santos e lo svedese Sebastian Soderberg (66, -6), leader dell’ordine di merito. Gagli e Maestroni sono affiancati dal belga Christopher Mivis e da due concorrenti che possono aspirare al titolo, il transalpino Romain Langasque e l’inglese William Harrold.

Hanno realizzato uno score sotto par Filippo Bergamaschi, 20° con 69 (-3), e Andrea Pavan, 38° con 70 (-2), e ha concluso con il 72 del par Federico Colombo, che è praticamente sulla linea del taglio (72°). Sono oltre, ma hanno margini di recupero, Alessandro Tadini, 89° con 73 (+1), Michele Ortolani, 106° con 74 (+2), e Niccolò Quintarelli, 120° con 75 (+3).
John Hahn, 27enne di Columbus (Ohio), da giovanissimo ha iniziato con il baseball influenzato dal nonno Babe Hahn giocatore di Major League, poi ha virato sul golf. Nessun bogey nel suo giro-monstre con un eagle e sette birdie.

Gagli ha cominciato a forte andatura con tre birdie in cinque buche, poi ha rallentato con un bogey, ma nel finale ha risalito la classifica con quattro birdie sulle ultime sei, a fronte di un altro bogey. Non ha commesso errori per 17 buche Maestroni, ma dopo sei birdie è scivolato su un bogey che gli ha fatto perdere la seconda piazza. Per Bergamaschi cinque birdie e due bogey, per Pavan quattro birdie e due bogey, per Colombo tre birdie e altrettanti bogey, per Tadini un birdie e due bogey. Ortolani, alla terza gara da pro sul circuito, ha segnato due birdie, due bogey e un doppio bogey e Quintarelli è andato in altalena con tre birdie, quattro bogey e un doppio bogey. Il torneo è stato sospeso nel pomeriggio per 50 minuti a causa del maltempo. Il montepremi è di 175.000 euro dei quali 28.000 euro andranno al vincitore.

PROLOGO – Lorenzo Gagli, Alessandro Tadini, Andrea Pavan, Niccolò Quintarelli, Andrea Maestroni, Filippo Bergamaschi, Federico Colombo e Michele Ortolani sono in Turchia per il quarto torneo stagionale del Challenge Tour, il Turkish Airlines Challenge (5-8 maggio) che avrà luogo sul tracciato del Gloria Golf Club a Belek.

Dopo la bella prova nel Challenge de Madrid, dove ha lottato per il titolo, Lorenzo Gagli si ripropone per una gara di vertice insieme ad Andrea Pavan, anch’egli in evidenza in terra iberica.

Avranno quali avversari più agguerriti lo scozzese Duncan Stewart, dominatore a Madrid, e gli altri due vincitori stagionali, lo svedese Sebastian Soderberg (Kenya Open), leader della money list, e l’inglese Jordan L. Smith (Red Sea Egyptian Challenge), insieme agli inglesi Ben Stow e Tom Murray, ai belgi Pierre Relecom e Hugues Joannes, agli spagnoli Pep Angles e Alvaro Velasco, ai francesi Romain Langasque e Clément Sordet, all’australiano Scott Arnold e allo statunitense John Hahn. Il montepremi è di 175.000 euro. Prossima tappa al Golf della Montecchia per il Montecchia Open by Lyoness (12-15 maggio).

© RIPRODUZIONE RISERVATA 04 maggio 2016
Tags
Ultimi articoli