-->

Biogolf si presenta venerdì all’Open

Di redazione

Presso lo stand dell’Istituto del Credito Sportivo incontro sul progetto per un golf ecocompatibile e del nuovo Fondo di Garanzia

Fra gli appuntamenti a contorno del 72° Open d’Italia, in programma al Golf Club Milano, venerdì 18 settembre, alle ore 11, incontro nello stand dell’Istituto per il Credito Sportivo per la presentazione di Biogolf e del nuovo Fondo di Garanzia.

PROGETTO BIOGOLF

È un lavoro di squadra che ha visto, sotto il coordinamento dell’Istituto per il Credito Sportivo, la Federazione Italiana Golf, Federparchi, Fondazione Univerde, Golf Environment Organisation e Legambiente giungere alla stesura del primo documento con il quale si passa dalle mere affermazioni di principio ad un percorso concreto per la realizzazione e gestione di impianti ecologicamente ed economicamente sostenibili. Un progetto di accordo che può costituire un supporto anche per le amministrazioni locali nella pianificazione e realizzazione di impianti sostenibili.

Giocare a golf in modo economicamente e ambientalmente sostenibile è uno degli obiettivi del Progetto BioGolf. Coniugare la difesa del territorio con un programma di nuovo sviluppo ecoturistico. Un segnale di rinnovamento anche per gli impianti golfistici preesistenti che dimostra concretamente l’impegno profuso al fine di valorizzare e conservare l’ambiente in cui sono stati realizzati, tutelando la biodiversità e contendo il consumo di suolo e delle risorse idriche.

FONDO DI GARANZIA PER L’IMPIANTISTICA SPORTIVA

Istituito con la legge 289 del 2002 e modificato da successivi provvedimenti legislativi, ha lo scopo di fornire garanzie integrative per mutui finalizzati alla costruzione, all’ampliamento, al miglioramento e all’attrezzatura di impianti sportivi, compresa l’acquisizione delle relative aree.

Possono accedere ai benefici del Fondo gli investimenti promossi da società ed associazioni sportive, enti morali, enti pubblici diversi dagli enti territoriali e altri soggetti che comunque perseguano, anche indirettamente, finalità sportive, sulla base di progetti finanziariamente sostenibili ma non adeguatamente assistiti sotto il profilo delle garanzie. Possono accedere quindi tutti i soggetti che operano negli impianti di golf quali circoli costituiti in forma di associazioni e società sportive dilettantistiche, o come società di capitali ed anche le società immobiliari proprietarie degli impianti.

A quanti sono interessati ad investire nello sport, l’istituzione del Fondo di Garanzia offre una straordinaria opportunità, perché la mancanza di garanzie idonee ha sempre rappresentato l’ostacolo principale che ha impedito o limitato l’accesso al credito da parte di società ed associazioni sportive ed altri soggetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 15 settembre 2015
Tags
Ultimi articoli