-->

Appuntamento a Terre dei Consoli

Di Alex Filippi

A Monterosi, località a una trentina di chilometri da Roma,
è nato il nuovo 18 buche firmato da Robert Trent Jones jr

Dopo la Scozia, l’Illinois e la California torniamo in Italia per visitare un’assoluta novità nel panorama golfistico nazionale.
Cosa hanno in comune Chambers Bay, il campo che si trova vicino Seattle che quest’anno ospiterà il 115° U.S. Open, e le meravigliose 18 buche del Championship Course di Terre dei Consoli da pochi giorni inaugurate?
Semplice, tutti e due nascono dalla matita di Robert Trent Jones Jr, il noto architetto americano autore di oltre 250 percorsi in tutto il mondo e figlio del leggendario Robert Trent Jones Sr.
Ubicato nel comune di Monterosi, in provincia di Viterbo, a pochi chilometri da Roma, il percorso di Terre dei Consoli fa parte di un’innovativo progetto residenziale ispirato alle golf community americane. 

La posizione di Terre dei Consoli,  il cui nome si riferisce ad un territorio prezioso ai consoli romani durante l’Impero Romano, è davvero unica e speciale, un’affascinante combinazione di storia, cultura e natura.
La storica Via Francigena (l’antica via che conduceva i pellegrini dalla Francia a Roma) ad esempio, attraversa il percorso alla fine del par 5 della buca 8, prima di raggiungere la buca 9 mentre il Lago di Monterosi, visibile dal green della buca 11, fu il luogo prescelto da papa Adriano IV per incontrare Federico Barbarossa prima di essere incoronato imperatore nel 1155.

Il Championship Course è un par 73 lungo 6850 metri dai tee da campionato. Un “inland links” che a tratti ricorda i campi della campagna scozzese, a tratti quelli del Mid-West degli Stati Uniti. Il disegno segue dolcemente le ondulazioni del terreno collinare della campagna romana, dove natura e ambiente sono i principali protagonisti di questo campo caratterizzato da spazi molto ampi, da fairway molto larghi, e dai green proporzionati alla lunghezza e alla difficoltà delle buche.
18 buche meravigliose, ognuna con le proprie caratteristiche e mai noiose. Una perfetta alternanza di par 4 lunghi (il più lungo è il par 4 della 6, 410 metri dai tee gialli) e corti (buca 9, 257 metri). Cinque fantastici par 5 e quattro par 3 molto delicati. Cambi di pendenza, tee elevati, viste emozionanti, green ad isola, più di 60 bunker da evitare posizionati strategicamente lungo il percorso. Un’opera realizzata in armonia con il contesto circostante come da tipica filosofia progettuale di Robert Trent Jones Jr..

Si parte con un par 5 di 492 metri, un dog-leg di 90 gradi verso destra dove un lago protegge tutto il lato destro del fairway. La 2, delicata buca di 175 metri, è l’unico par 3 delle prime 9 che si giocano par 38 grazie alla presenza di tre par 5, di cui due consecutivi (le buche 7 e 8).
Così come avviene nei tradizionali links scozzesi, le prime nove non terminano nei pressi della club house, ma ci troviamo nel punto più lontano del percorso. Le seconde nove, più brevi ma tecnicamente più impegnative, sono forse quelle dove Robert Trent Jones Jr. ha espresso tutto il suo valore e le sue abilità. 
Alcune buche sono dei veri e propri capolavori di moderna architettura golfistica: la 12 e la 16, due par 4 di rara bellezza; la 15, uno splendido par 5 in discesa, non molto lungo, con un green difeso frontalmente da un piccolo ruscello, lo stesso che protegge il green della buca Hcp 1 del campo, il par 3 della 13. Ci sono poi i 130 metri del par 3 della 17, l’Island Hole di Terre dei Consoli, penultima “fatica” prima della corta 18.

I riconoscimenti non tarderanno ad arrivare. Sebbene il percorso sia ancora molto giovane, è già considerato tra i migliori disegni della zona, e siamo sicuri che sarà presto inserito tra i migliori d’Italia. Terre dei Consoli è un campo da golf di grande personalità, moderno, armonioso. Se ben gestito e ben supportato, avrà in pochi anni le capacità, le giuste caratteristiche e i requisiti per ospitare importanti manifestazioni anche di livello internazionale.

Accanto al Championship Course, Terre dei Consoli propone anche un 9 buche par 31, il Family Course, ideale per chi comincia o, come suggerisce anche il suo nome, per un giocata rilassante in famiglia.
Terre dei Consoli
Monterosi (Viterbo)
Italia
Championship Course: par 73 – 6.850 metri
Progetto: Robert Trent Jones Jr. (2014)
Tel. 0761.69.98.88
© RIPRODUZIONE RISERVATA 16 maggio 2015
Tags
Ultimi articoli