I protocolli Turf Master

Di L&M

Riceviamo la seguente lettera da parte della L&M, che anticipiamo sul sito di Golf & Turismo e che verrà pubblicata sul primo numero raggiungibile di Professione Golf Club (Primavera 2017), chiuso in tipografia nei primi giorni del prossimo mese di marzo.

“Con riferimento alle affermazioni del Sig. Paolo Croce nell’articolo pubblicato alle pagg. 56 e seguenti del numero Autunno/Inverno 2016 della rivista Professione Golf Club, L&M, leader nella produzione e commercializzazione di formulati ecosostenibili per la gestione delle patologie dei tappeti erbosi con il marchio Turf Master ritiene necessario specificare e puntualizzare quanto segue:

I protocolli ecosostenibili quali quelli Turf Master rappresentano una risposta concreta ed efficace alle specifiche previste dal PAN (Piano di Azione Nazionale) in termini di riduzione-eliminazione dei fitofarmaci dagli spazi pubblici. Tali protocolli hanno solide basi scientifiche e tecnico – pratiche: sono frutto di anni di ricerca di base e sperimentazione di campo, e ad oggi vengono utilizzati con successo in circa 50 circoli golfistici e in numerose realtà extragolfistiche di prestigio. La sperimentazione dei protocolli e il loro utilizzo avviene nel pieno rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente, e con particolare riguardo alla tutela dei presidenti, dei direttori e dei superintendent. Il nostro obiettivo è fornire protocolli che perseguano il rispetto non solo della legge ma anche della salute di chi frequenta il campo da golf, che siano utenti o addetti ai lavori, che tutelino l’aria che questi ultimi respirano, l’erba che toccano, la terra che calpestano. Abbiamo creato un metodo basato sulla necessità di coniugare quanto sopra con l’efficacia. Obiettivo rimane sempre quello di avere green sani e giocabili al meglio, perché il golf richiede superfici dove l’eccellenza non è mai mediabile. Ce l’abbiamo fatta e ne siamo orgogliosi. Il protocollo Turf Master si basa su una profonda conoscenza dei meccanismi che regolano le difese naturali della pianta. L’erba è dotata di un corredo di sostanze utili a contrastare efficacemente sia l’attacco di un fungo che quello di un insetto. Si tratta di saperle stimolare e promuovere opportunamente con un approccio totalmente ecosostenibile. I green vengono trattati con miscele nutritive specifiche in grado di alimentare l’erba e di indurne la pronta reazione verso eventuali patogeni e parassiti. Possiamo da ciò ridurre e eliminare i pesticidi. Nutrire per difendere, questa è la chiave.

Per questi motivi, non possiamo riconoscerci nelle parole del Signor Croce, e siamo certi i molti circoli che ci hanno dato fiducia, e quelli che ce la daranno, si riconosceranno nelle nostre parole, e saranno testimoni del rispetto che abbiamo perseguito e promosso per noi stessi e per i nostri clienti.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA 23 dicembre 2016
Tags
Ultimi articoli